Tabaccaio: quanto guadagna e come diventarlo. Tutto quello che c’è da sapere

Molti credono che il tabaccaio percepisca dei guadagni mensili piuttosto elevati, ma è davvero così? Quanto guadagna e come diventare tabaccaio.

Capita molto spesso di recarsi presso un tabaccaio per acquistare articoli e merce di vario genere e domandarsi: ma quanto può guadagnare un tabaccaio proprietario di un negozio?

Sicuramente, come avviene per tantissime altre categorie di lavori, quello del tabaccaio è un mestiere che permette di guadagnare uno stipendio anche piuttosto alto, ma dipende da tanti fattori diversi che vanno a influenzare il calcolo complessivo della busta paga.

Ecco, quindi, tutto quello che c’è da sapere sul lavoro del tabaccaio, quanto guadagna e come diventare un tabaccaio ottenendo la licenza per poter praticare questo tipo di attività.

Come cambia lo stipendio di un tabaccaio

Come anticipato all’interno dell’introduzione dell’articolo, il tabaccaio è un mestiere che sicuramente potrebbe offrire una certezza economica piuttosto vantaggiosa per un lavoratore. 

Tuttavia, lo stipendio effettivamente percepito ogni mese da parte di una persona che lavora come tabaccaio, può cambiare in base a diversi tipi di elementi.

Infatti, per calcolare quanto può ricevere un tabaccaio al mese, non si devono prendere soltanto in considerazione gli articoli e la merce venduta ogni mese, ma è necessario fare riferimento anche ai costi legati al pagamento di un eventuale fitto del locale, così come anche alle utenze di luce e acqua.

A tutti questi pagamenti fissi che il tabaccaio dovrà sostenere ogni mese, si aggiungono poi anche altri costi iniziali per avviare l’attività, non poco onerosi.

Certamente ad incidere sui pagamenti mensili sostenuti da parte del proprietario c’è anche il luogo in cui si tiene l’attività.

In linea generale, in media una persona che lavora come tabaccaio guadagna all’incirca 1.300 euro al mese.

Si tratta di una cifra che si avvicina allo stipendio medio di un qualsiasi altro lavoratore dipendente e che di fatto sorprende spesso le persone che erroneamente immaginano che il lavoro come tabaccaio possa essere molto più remunerativo.

Tuttavia, va anche detto che, nei casi in cui il tabaccaio riesca ad ottenere una clientela fedele e sempre maggiore, gli introiti mensili potrebbero permettere al lavoratore di incassare anche oltre 5 mila euro ogni mese.

Il guadagno del tabaccaio sugli articoli: l’aggio

Quando si parla di uno stipendio di un tabaccaio va anche sottolineata la presenza del cosiddetto “aggio”, ovvero il ricavo dato dalla differenza tra il prezzo di vendita ed il costo legato all’acquisto di un determinato prodotto.

Ad esempio, prendiamo l’ipotesi delle sigarette. Come si fa a scoprire qual è il guadagno di un tabaccaio per la vendita delle sigarette? 

Per poter calcolare il fatturato che può essere incassato dal tabaccaio per la vendita di specifici articoli, come ad esempio le sigarette, i gratta e vinci o le marche da bollo, è necessario moltiplicare il prezzo di vendita di un prodotto per il numero di pacchetti che sono stati effettivamente venduti.

Dunque, se il costo medio di un pacchetto di sigarette si aggira intorno ai 5 euro, ipotizziamo che il tabaccaio vende 200 pacchetti al giorno, il tabaccaio avrà un fatturato pari a 1.000 euro. Mentre l’aggio è pari a 100 euro, in quanto corrisponde al 10% del fatturato.

Per quanto riguarda i gratta e vinci, l’aggio è di circa l’8% del fatturato del tabaccaio. La percentuale dell’aggio si aggira invece intorno al 5% fino all’8% per i guadagni legati al gioco del Lotto e del Superenalotto, così come anche per le ricariche telefoniche o per l’acquisto degli accendini.

Come diventare tabaccaio

Molti pensano che aprire un’attività come quella di una tabaccheria non richieda dei grandi oneri. In realtà, per poter diventare un tabaccaio e poter cominciare a guadagnare ogni mese, è necessario innanzitutto ottenere una licenza appositamente riconosciuta dalla legge.

Nei casi in cui non si ha ancora il possesso di tale licenza, sarà opportuno acquistarla, dopo un iter piuttosto lungo e complesso che prevede la richiesta formale all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Infatti, molto spesso capita che chi prende la decisione di aprire una tabaccheria e vuole cominciare questa professione per la prima volta decida di rivolgersi a persone intenzionate a cedere la propria attività, così da acquistare direttamente tramite loro la licenza di tabaccheria.

Va detto però che anche in questo caso si tratta di una cifra piuttosto elevata che dovrà essere sostenuta da parte della persona che vuole diventare tabaccaio, che si aggira addirittura intorno ai 100/150 mila euro.

Dopo aver ottenuto la tanto ambita licenza per diventare tabaccaio, il professionista è tenuto anche alla frequentazione di un corso di formazione specifico, senza il quale non potrà essere considerato a tutti gli effetti tabaccaio.

Viviana Vitale
Viviana Vitale
Aspirante giornalista e social media manager freelance, classe 1995. Le mie più grandi passioni sono la scrittura e il marketing digitale. Sono state proprio queste a portarmi oggi a far parte del team di redattori di Trend-online e a collaborare come professionista della comunicazione con varie aziende italiane.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
773FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate