Ottime novità per coloro che percepiscono la pensione! Infatti, ci sono alcune persone che possono raddoppiare il loro importo sull’assegno pensionistico. 

Ovviamente è bene specificare fin da subito che tale possibilità non sarà estesa allo stesso modo a tutti i cittadini pensionati in Italia. 

Tuttavia, sono in molti a domandarsi come possono ottenere un importo maggiore sul trattamento integrativo. 

Dunque, devi sapere che il Governo Draghi ha apportato diverse modifiche sulle pensioni, di diversi tipi. 

Di conseguenza, dobbiamo sottolineare che non facciamo riferimento alla sola pensione di vecchiaia o alle possibilità offerte dai trattamenti pensionistici anticipati, ma anche alla pensione di invalidità. 

Vuoi conoscere tutti i modi previsti dal Governo per poter ottenere un notevole incremento sulla propria pensione erogata dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale?

Beh, allora ti consiglio di leggere questo articolo per scoprire quelle che saranno le ultime sulla pensione e sulla sua possibilità di raddoppio e quando arriveranno i pagamenti!

Pensioni: il raddoppio dopo l’incentivo del Governo Draghi!

Come abbiamo sottolineato anche in precedenza, una delle possibilità di raddoppio della propria pensione è stata istituita da pochissimi giorni da parte del premier Mario Draghi

Ma di cosa si tratta? Ebbene, in questo caso non parliamo esattamente di una pensione raddoppiata, ma di un beneficio economico aggiunto ad essa. 

Attenzione: tale beneficio non sarà previsto solo per i pensionati. 

Cosa intendiamo? Beh, devi sapere che si tratta di un incentivo una tantum previsto dal Governo Draghi per coloro che si trovano in una situazione economica sfavorevole. 

L’obiettivo è quello di contrastare l’aumento dei prezzi al quale abbiamo assistito prima per il Covid-19 e adesso in particolare a causa della Guerra tra Russia e Ucraina

Ebbene, il Governo ha quindi pensato di erogare un contributo di 200 euro una tantum a coloro che presentano determinati requisiti, pensionati compresi. 

Attenzione: l’erogazione dei soldi aggiuntivi non avverrà nel prossimo mese di giugno, ma a luglio. 

Lo stesso avverrà per i lavoratori e per i disoccupati in possesso dei requisiti richiesti, mentre per i liberi professionisti verrà creato un fondo ad hoc. 

Ma quali sono i requisiti per poter ottenere tale trattamento integrativo che andrà ad aumentare di 200 euro gli importi delle pensioni?

È molto semplice, tale incremento dell’importo della pensione verrà erogato nei confronti di coloro che hanno un reddito annuo inferiore alla soglia dei 35.000 euro. 

Tutto questo verrà integrato con un’altra misura che pensionati e lavoratori conoscono molto bene: la quattordicesima. 

Insomma, la pensione di luglio sarà davvero ricca e, per certi versi, potremo davvero vedere un raddoppio dell’importo. 

Attenzione: per evitare incomprensioni ricordiamo anche quelli che sono i limiti per quanto riguarda l’erogazione della quattordicesima.  

Possono beneficiare di tale sussidio tutti i pensionati che presentano un reddito annuo al di sotto della soglia dei 13.659,88 euro. 

In poche parole, alcuni pensionati dovranno attendere luglio per vedere raddoppiare la propria pensione. 

Tuttavia, se rispetti tutti i requisiti indicati in questo paragrafo, riceverai anche tu l’importo raddoppiato. 

Eppure, come abbiamo annunciato nell’introduzione di questo articolo, l’incentivo messo a punto dal Governo Draghi non è l’unico modo per ottenere il raddoppio della pensione. 

Vuoi conoscere quali sono le altre possibilità? Beh, allora continua la lettura di questo articolo!

Raddoppio della pensione: ecco chi può beneficiarne!

Oltre alle possibilità che il Governo Draghi ha messo a punto per aiutare i pensionati ed i lavoratori in questo difficile periodo contrassegnato da un rapido incremento dei prezzi, ci sono anche altre possibilità per ottenere la doppia pensione. 

Davvero? Beh, in questo caso la risposta è affermativa, andiamo a scoprire chi può beneficiare di questa doppia erogazione. 

Devi sapere che il sistema pensionistico italiano permette ad alcuni soggetti di ottenere una tantum una doppia annualità sulla pensione. 

In che senso? Possiamo dire che per determinate categorie di persone è prevista una doppia erogazione della pensione di reversibilità. 

Ma a chi spetta tale possibilità? 

Devi sapere che, in base a quanto è stato stabilito dalla Legge italiana, possono ottenere il raddoppio della pensione coloro che sono state vittime di attacchi terroristici.

Ebbene, stiamo facendo riferimento a quella che, in gergo, viene chiamata pensione ai superstiti.

Attenzione però: per poter usufruire del raddoppio della pensione, sarà necessario rispettare alcuni requisiti specifici. 

Requisiti necessari per il raddoppio della pensione ai superstiti! Ecco quali sono!

Ma chi sono coloro che possono ottenere la doppia pensione per i superstiti? Come abbiamo annunciato anche in precedenza, facciamo riferimento a coloro che sono stati vittima di attacchi terroristici. 

Attenzione: tale doppia erogazione della pensione viene prevista una tantum. 

Questo vuol dire che potrai ottenerla una sola volta!

Coloro che possono ottenere la pensione di reversibilità e quindi beneficiare del raddoppio della pensione sono i familiari dei servitori dello Stato oppure coloro che sono stati vittima di attacchi terroristici. 

Ebbene, devi sapere che tale pensione non spetta ai soggetti appena menzionati ma al coniuge, ai figli minori, i figli maggiorenni che studiano all’Università, i figli maggiorenni inabili al lavoro, genitori e fratelli e sorelle se conviventi a carico. 

Insomma, molto chiaramente stiamo parlando dei superstiti di coloro che sono stati vittima di attacchi terroristici. 

Niente raddoppio della pensione? Ecco il segreto per avere un assegno più alto!

Non rientri in quelle che sono le categorie che possono beneficiare del raddoppio della pensione? Beh, niente paura. 

Possiamo sempre prendere in considerazione quelli che sono gli stratagemmi per poter avere un assegno più alto. 

È normale che tutti vorrebbero ottenere un assegno più alto, specie in questo periodo contrassegnato da un incremento dei prezzi di numerosi prodotti e materie prime. 

Ma come fare per ottenerlo? Beh, sicuramente dovrai muoverti presto, anzi, il prima possibile. 

In che senso? Stiamo parlando del Fondo Pensione che garantisce poi, una volta raggiunta l’età pensionabile, una pensione integrativa. 

Ebbene, diciamocelo chiaramente: in questo modo davvero riuscirai ad ottenere una doppia pensione!

Ma come funziona il fondo pensione? Ebbene, per coloro che non fossero a conoscenza di tale fondo, sono previsti dei versamenti periodici che potranno anche essere dedotti in fase di dichiarazione dei redditi. 

Insomma, un’opportunità da cogliere al volo per non doversi preoccupare, quando arriverà il momento di accedere alla pensione, di avere un assegno troppo basso. 

Pensioni: ecco quando arriveranno nel prossimo mese! I pagamenti!

Come abbiamo anticipato nell’introduzione, ci teniamo anche a fare un breve recap su quando arriveranno i pagamenti delle pensioni di giugno. 

Ricordiamo sempre che coloro che hanno optato per l’accredito diretto sul conto corrente riceveranno i loro soldi il primo giorno bancabile del mese, quindi il 1° giugno. 

Attenzione: essendo che a giugno il 2 è festa, l’accredito potrebbe apparire a partire dal 3 giugno. 

Invece per coloro che hanno scelto di ritirare la pensione presso gli uffici postali presenti sul territorio italiano, resta in vigore il ritiro scaglionato. 

Pertanto, la partenza delle erogazioni sarà il 1° giugno, ma queste termineranno solo la settimana successiva.