Murano Gerardo

Murano Gerardo, Chief analyst and Head of Corporate Finance

Gerardo Murano è un affermato analista finanziario e socio ordinario della Società italiana di Analisi Tecnica, SIAT. Attualmente lavora presso la società finanziaria A.D.B. (Analisi Data Borsa), dove ricopre il ruolo di Chief Analyst.

Gli studi

Gerardo Murano ha terminato i suoi studi presso l'Università di Lecce, laureandosi nel 1996 in Economia e Commercio. Successivamente ha conseguito presso l'ateneo di Bologna il master MIFA, in analisi degli investimenti finanziari ed assicurativi.

La carriera lavorativa

Nel 1997 inizia a lavorare presso uno studio di Salerno, occupandosi dell'attività di consulenza in materia fiscale e contabile (praticante commercialista). Affascinato dai mercati finanziari, approfondisce i suoi studi in finanza conseguendo un master a Bologna, della durata di 12 mesi, presso la facoltà di Scienze Statistiche. L’attenzione nei confronti della materia gli ha permesso di sviluppare i diversi aspetti dell’analisi e della gestione, spaziando dalle iniziali conoscenze quantitative-econometriche, sviluppate nel corso del Master, a quelle di stampo fondamentale.

Nell'ottobre del 2000 Gerardo Murano, inizia a lavorare come analista finanziario per la società di consulenza finanziaria ADB S.p.A. di Torino.

La passione e l'interesse per lo studio dell'analisi tecnica e relative tecniche di trading, sono state ampliamente adottate nella sfera lavorativa dell'analista Gerardo Murano, il quale haha collaborato per “Il Sole 24 Ore” e per un primario gruppo bancario-assicurativo, nell’ambito del controllo di gestione aziendale e nello sviluppo di numerose Equity Research.

Interviste e conferenze

Gerardo Murano partecipa attivamente in qualità di relatore ai convegni finanziari ITForum di Rimini (nel 2012 ha presenziato con l'argomento "Asset Allocation e Analisi Intermarket" e nel 2013 con l'intervento "La Teoria del caos applicata al trading operativo").

Nel 2010 ha collaborato per la SIAT (Società Italiana Analisi Tecnica) in qualità di relatore della Videoconferenza: Asset Allocation e Analisi Intermarket.

Il dottor Murano rilascia interviste e comunicazioni finanziarie sul canale televisivo ClassCNBC e su vari periodici finanziari, come Borsa & Finanza, Trendonline ed altri.



A Piazza Affari è prematuro un movimento di ampia portata

Per chi predilige interventi più rapidi, il superamento dei 15.660 punti di Ftse Mib potrebbe fornire un’indicazione rialzista con proiezione ai 15.800

A Piazza Affari è prematuro un movimento di ampia portata

A Piazza Affari permane il rischio di nuove cadute

La discesa cui abbiamo assistito nelle ultime sedute ha determinato la violazione di un testa spalle ribassista e tutto ciò non può che portare all’avvio di un sentiment ribassista. L’intervista a G.Murano.

A Piazza Affari permane il rischio di nuove cadute

Automotive a fari spenti

Il processo di deterioramento del mercato dell’auto va avanti da oltre due anni e continua purtroppo a riflettersi sui livelli occupazionali della maggioranza delle aziende attive e sulle stesse strategie aziendali. Di Gerardo Murano - ADB

Automotive a fari spenti

Mercato in equilibrio, ma le posizioni long sono da preferire

Le quotazioni si stanno muovendo all’interno di un canale di breve termine rialzista che ha visto frenare la crescita in prossimità dei 16.100/16.200 e ora si attendono i corsi in area 15.600/15.500, supporto di breve. L’intervista a G.Murano.

Mercato in equilibrio, ma le posizioni long sono da preferire

Piazza Affari molto indecisa: attendere prima di intervenire

Al rialzo, fino a quando non saranno superati in maniera convinta i 16.000 punti, non potremmo ribadire che il trend rialzista, seppur di breve, ha ripreso vigore. L’intervista a G.Murano.

Piazza Affari molto indecisa: attendere prima di intervenire

Nessun segnale di pericolo, ma la discesa non è conclusa ancora

Una buona area supportiva per le prossime settimane si può individuare per il Ftse Mib in area 15.200/15.400, dove si dovrebbe assistere ad un rallentamento del movimento discendente. L’intervista a G.Murano.

Nessun segnale di pericolo, ma la discesa non è conclusa ancora

A Piazza Affari si può essere cautamente ottimisti

A questo punto non resta che superare la barriera statica dei 14.800 per vedere eventuali proiezioni verso l’area dei 15.700/16.000 punti, che sembra un obiettivo tutt’altro che irraggiungibile. L’intervista a G.Murano.

A Piazza Affari si può essere cautamente ottimisti

Il mercato offre ora più opportunità di acquisto che di vendita

Al momento reputo improbabile un ritorno sui recenti minimi pur essendo in una fase caratterizzata da non poca volatilità, ma non mi aspetto un movimento di storno tanto deciso. L’intervista a G.Murano.

Il mercato offre ora più opportunità di acquisto che di vendita

A Piazza Affari non è sbagliato essere long in questa fase

Dal punto di vista tecnico, il superamento dei 13.500 e una chiusura al di sopra di questo livello, fornirebbero un segnale di acquisto evidente non solo nel breve termine. L’intervista a G.Murano.

A Piazza Affari non è sbagliato essere long in questa fase

Piazza Affari: aumentano le possibilità di una ripresa nel breve

Le divergenze presenti sugli oscillatori in questo momento possono essere premiate con una proiezione che riporti nuovamente l’indice verso l’area dei 15.000 punti. L’intervista a G.Murano.

Piazza Affari: aumentano le possibilità di una ripresa nel breve

A Piazza Affari si rischiano cadute verso nuovi minimi

Già la rottura dei 14.000 non sarebbe un buon segnale e una giornata come quella di ieri proiettata ad oggi fornirebbe un’ulteriore indicazione negativa per gli investitori. L’intervista a G.Murano.
DOVE ANDRANNO I MERCATI AZIONARI E DOVE PUNTARE NEI PROSSIMI MESI

A Piazza Affari si rischiano cadute verso nuovi minimi

Il rimbalzo dovrà essere seguito con la dovuta cautela

Sono scattati dei segnali di acquisto al superamento dei 14.500 punti di Ftse Mib, ma per ora si tratta solo di una forte spinta di breve e come tale va cavalcata. L’intervista a G.Murano.
DOVE ANDRANNO I MERCATI AZIONARI E DOVE PUNTARE NEI PROSSIMI MESI

Il rimbalzo dovrà essere seguito con la dovuta cautela

Il quadro tecnico si conferma difficile e negativo

Chi volesse cogliere dei movimenti di rimbalzo sul Ftse Mib, potrebbe intervenire con ingressi rapidi oltre i 14.500, con eventuali rafforzamenti di posizione oltre quota 14.800. L’intervista a G.Murano.
DOVE ANDRANNO I MERCATI AZIONARI E DOVE PUNTARE NEI PROSSIMI MESI

Il quadro tecnico si conferma difficile e negativo

A Piazza Affari lo scenario è di nuovo preoccupante

L’analisi prevede anche situazioni ipotetiche volte alla formazione di nuovi minimi per il Ftse Mib, per il quale segnaliamo la prossima area supportiva a 13.700-13.500. L’intervista a G.Murano.

A Piazza Affari lo scenario è di nuovo preoccupante

Piazza Affari: prematuro un rimbalzo. Meglio stare alla finestra

Ora si andrà a definire se la tendenza di medio termine sarà capace di mantenere un’impostazione positiva o se al contrario la stessa ha invertito in negativo. L’intervista a G.Murano.

Piazza Affari: prematuro un rimbalzo. Meglio stare alla finestra

La correzione non è allarmante, ma è da seguire con attenzione

Attenderei il cedimento di area 16.000 prima di chiudere le posizioni long sull’indice, mentre al rialzo il livello chiave è quello dei 17.000 punti. L’intervista a G.Murano.

La correzione non è allarmante, ma è da seguire con attenzione
apk