Alda Merini, ecco chi era la poetessa dei Navigli e di “La Terra Santa”

Tra i poeti che hanno fatto la storia del novecento italiano, un posto d'onore spetta ad Alda Merini: ecco chi era la "poetessa dei Navigli".

La vita della grande poetessa Alda Merini arriva sugli schermi di Rai1 stasera, giovedì 14 marzo 2024, in prima serata.

 ‘Folle d’amore-Alda Merini’, film diretto da Roberto Faenza ripercorre la vita e i grandi amori della grande poetessa interpretata da una bravissima Laura Morante, mentre sono Rosa Diletta Rossi e Sofia D’Elia a interpretare Alda da giovane e da adolescente.

Nel cast anche Federico Cesari, Rosa Diletta Rossi, Giorgio Marchesi, Sofia D’Elia, Mariano Rigillo. Il film è liberamente ispirato al libro Perché ti ho perduto di Vincenzo Alfano.

Ma chi era Alda Merini? Scopriamolo insieme.

Alda Merini, ecco chi era la poetessa dei Navigli

“Sono nata il ventuno a primavera” così racconta la stessa Alda Merini in una poesia.

Alda Giuseppina Angela Merini, nata a Milano nel 1931, e la secondogenita di una casalinga e un impiegato.

Un’infanzia fatta di vocabolari e non di bambole, insomma un destino già scritto nonostante non fu mai ammessa la liceo classico per non aver superato la prova di italiano.

Ma si riscatta subito, a vent’anni vede i suoi scritti, il Gobbo e la Luce, pubblicati nell’Antologia della poesia italiana contemporanea.

Le poesie raccontano della sua prima esperienza in manicomio.  Infatti nel 1947 fu internata un mese a  Villa Turro, ma purtroppo fu la prima di una lunga sequenza di ricoveri.

Il più lungo durò dieci anni nella milanese Villa Pini.

Follia e poesia i tratti distintivi della “Pazza della porta accanto”, come amò definirsi lei stessa.

La sua follia fu anche amorosa: il suo primo amore fu Giorgio Manganelli, poeta troppo più vecchio di lei e già sposato.

Si lasciarono quando lui, ottenuto il divorzio, si sposta a Roma per prendersi il posto di autorevole letterato.

Terminata questa folle storia d’amore, Alda sposa Ettore Carniti operaio e sindacalista, assieme aprono una panetteria e hanno quattro bambine.

Ma non è il suo mondo e dopo una forte psicosi, viene fatta ricoverare dal marito.

Morto il primo marito, Alda si innamora di Michele Pierri, altro poeta e di oltre trent’anni più anziano. Lo sposa e si trasferisce a Taranto.

Vissero un periodo felice ma durò ben poco, perché Pierri si ammala e i suoi figli, contrari al matrimonio la cacciano di casa.

Per cosa è famosa Alda Merini?

La grande Alda Merini è diventata una delle protagoniste della storia della letteratura del novecento italiano.

La sua poesia dai tratti intensi e profondi, ancora oggi riescono a toccare le corde dell’animo umano.

La sua fama è cresciuta negli anni, raggiungendo il suo apice tra gli anni ’80 e ’90, quando pubblico “La Terra Santa” e “La presenza di Orfeo”.

Nel 1996 è stata proposta per il Premio Nobel per la Letteratura e nel 2009, anno in cui morì, è stata nominata senatrice dal Presidente della Repubblica Italiana. La poetessa rifiuto poi l’incarico viste le sue precarie condizioni di salute.

Perché è stata importante Alda Merini?

Amore e vita non furono clementi con Alda Merini, ma proprio questo la rese un personaggio importante del novecento.

La sua  capacità di trasformare le brutture in bellezza, la sofferenza in poesia, sono stati il vero, inimitabile talento, di una delle più grandi donne della storia della letteratura italiana.

Che problema aveva Alda Merini?

Nel 1947 a soli 16 anni Alda Merini, viene internata per la prima volta nella clinica psichiatrica Villa Turro. Qui le viene diagnosticato il disturbo bipolare una patologia caratterizzata da una alternanza anomala fra eccitamento/euforia (mania) e la depressione.

Come definire Alda Merini?

Alda Merini, per alcuni la poetessa dei Navigli, è stata una delle più grandi poetesse italiane del novecento. La sua poesia, continua a toccare le corde più intime dell’animo umano, e la sua figura continua a essere fonte di ispirazione per molti.

 

Achiropita Cicala
Achiropita Cicala
Collaboratore giornalistico, classe 1985.Ho una laurea magistrale in Economia Applicata, conseguita presso l'Università degli Studi della Calabria. A percorso universitario ultimato, ho approfondito sul campo le competenze acquisite in Finanza e Statistica presso alcuni studi commerciali. Attualmente, collaboro con diverse testate giornalistiche online per le quali scrivo, con flessibilità, di argomenti che spaziano dall'economia alla politica, dal mondo della scuola a quello dell'amministrazione pubblica. Passioni? La scrittura in primis, la grafica in secundis!
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
761FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate