Chi è Alex Baiocco, il ragazzo accusato di strage per aver teso un cavo d'acciaio a Milano

Look dark, 24 anni e una passione per la musica: Alex Baiocco, arrestato a Miano con l'accusa di strage e attentato alla sicurezza dei trasporti, avrebbe persino dei precedenti per furto, resistenza a pubblico ufficiale e non solo.

alex-baiocco-chi-e

Il 3 gennaio alle 2.38 di notte, Alex Baiocco ha teso un cavo d'acciaio in via Toscana, a Milano. Le indagini per trovare gli altri due responsabili dell'accaduto sono ancora in corso: il cerchio però si stringe. Il giovane, infatti, ha confermato di aver conosciuto i suoi due complici sui social e avrebbe fornito agli inquirenti i profili Instagram e i nomi con cui si conoscevano. Intanto, dopo un interrogatorio, il 24enne milanese è stato arrestato: ecco chi è Alex Baiocco e cos'è successo quella notte.

Cos'è successo in via Toscana la notte del 4 gennaio

Alex Baiocco avrebbe dei precedenti. Il giovane, infatti, sarebbe già noto ai Carabinieri per lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e segnalazione per droga. Questa volta è stato fermato per aver collocato un cavo d'acciaio ad altezza d'uomo in Via Toscana, a Milano.

Di fronte ai Carabinieri, che lo hanno fermato in Viale Sabotino, si è dichiarato colpevole, dicendo di aver rubato il cavo utilizzato in un cantiere della zona. Inoltre, ha raccontato di averlo fatto per gioco, perché si annoiava e voleva divertirsi.

A evitare che il dramma diventasse tragedia è stato un consulente finanziario di 26 anni, che alle 2.35 ha visto i 3 ragazzi posizionare il cavo d'acciaio ad altezza d'uomo sulla carreggiata verso Viale Isonzo.

Fortunatamente, è riuscito a dare nell'immediato l'allarme e solo un auto si è scontrata contro il filo. Per quanto riguarda i complici, Alex Baiocco ha dichiarato di conoscere solo i loro nomi di battesimo e i profili Instagram.

È possibile che vengano già identificati nelle prossime ore, anche controllando i documenti che sono stati rilasciati per l'acquisizione di uno scooter elettrico in una società di sharing.

Nel frattempo, Baiocco è indagato per strage, reato che secondo l'articolo 422 del Codice Penale si contesta a "Chiunque, al fine di uccidere, compie atti tali da mettere in pericolo la pubblica incolumità".

Inoltre, il ventiquattrenne è stato denunciato per attentato alla sicurezza dei trasporti e ricettazione del cavo.

Chi è Alex Baiocco: la musica come "terapia"

Un primo ritratto del giovane milanese è offerto dai social, dove traspare la sua grande passione per la musica. Sul suo profilo, infatti, appaiono diversi scatti accanto a chitarre, pianoforte, una band rock metal e foto con capelli lunghi e colorati.

Questa passione per la musica sarebbe stata definita da lui stesso "Terapia". Secondo la sua versione, proprio sui social avrebbe conosciuto gli altri 2 responsabili dell'accaduto.

Anche i loro profili sembrano assomigliare a quello di Alex Baiocco. Look emo, video ironici o mentre suonano completano i loro profili. Il tragico incidente cambierà indubbiamente le loro vite.

Dopo essere stato ascoltato dal Gip Domenico Santoro, Baiocco è stato arrestato e disposto in custodia cautelare nel carcere di San Vittore. La pena massima prevista è 15 anni di reclusione.