Domenica 26 giugno italiani di nuovo chiamati alle urne, sempre dalle 7 alle 23. Ci sono 13 Comuni capoluogo di provincia e molti comuni sopra i 15.000 abitanti che ritornano alle urne per il secondo turno delle elezioni comunali.

Si tratta di quei comuni in cui nessun candidato ha superato il 50% più 1 dei voti al primo turno e quindi si assiste ad una sfida supplementare tra i due candidati più votati.

Intanto è scaduto domenica alle 14 il termine per presentare eventuali apparentamenti tra liste avversarie al primo turno.

Inizia un nuovo viaggio di Trend-Online per esaminare la situazione dei 13 comuni capoluogo. Iniziamo da oggi con due città del Piemonte, Alessandria e Cuneo e due città della Lombardia, Como e Monza.

Amministrative 2022, domenica 26 giugno i ballottaggi: il punto sul Comune di Alessandria

Iniziamo dai numeri. Ad Alessandria si sfideranno al ballottaggio il candidato del centrosinistra Giorgio Angelo Abonante e il candidato del centrodestra nonchè attuale sindaco in carica di Alessandria Gianfranco Cuttica di Revigliasco. Per il candidato del centrosinistra al primo turno i voti sono stati 13.805 pari al 42,04%.

Per Cuttica di Revigliasco hanno votato 13.214 persone pari al 40,24%. Si parte sostanzialmente da una situazione di parità e c'è grande incertezza su chi potrà essere il vincitore del ballottaggio.

Da segnalare - e potrebbe avere un peso - che al terzo posto si è posizionato Giovanni Barosini con il 14,6%, candidato di diverse liste tra le quali c'è anche Azione di Carlo Calenda con Più Europa.

Come si muoveranno quegli elettori sarà probabilmente determinante visto che si tratta di un pacchetto assolutamente corposo di consensi.

Barosini ovviamente è molto corteggiato sia da destra che da sinistra in questa fase (Pd e Lega soprattutto) e soprattutto per il partito di Enrico Letta riuscire ad espugnare Alessandria e toglierla dalle mani del leghista Cuttica di Revigliasco sarebbe assestare un altro colpo importante al leader della Lega Matteo Salvini. D'altra parte la Lega è pronta a fare tutto il possibile pur di mantenere la guida della città.

Nessun apparentamento ma di certo ogni dichiarazione di Barosini sarà monitorata con ampia attenzione. 

Amministrative 2022, domenica 26 giugno i ballottaggi: il punto sul Comune di Cuneo

Cambiamo ora scenario ma non ci allontaniamo troppo da Alessandria. Ci sarà il ballottaggio anche a Cuneo. Vediamo i dati del primo turno: si sfidano al ballottaggio Patrizia Manassero del centrosinistra che ha raccolto al primo turno il 46,9% con 11.094 voti assoluti.

Non è andata troppo lontano dall'elezione diretta ma dovrà giocarsela al ballottaggio. Suo avversario è il candidato del centrodestra Paolo Civallero che in realtà parte molto in ritardo rispetto a Manassero perchè ha ottenuto al primo turno il 19,93% pari a 4.704 voti. L'attuale vicesindaco del Comune di Cuneo sembra favorita per questo ballottaggio. 

Da segnalare al terzo posto la presenza di Luciana Toselli al 16,4%. La sua candidatura è sostenuta da liste civiche. Se una parte degli elettori che hanno scelto Toselli al primo turno sosterrà ora Manassero, per la candidata del Partito Democratico si potrebbe avvicinare ancora di più l'elezione. 

Amministrative 2022, domenica 26 giugno i ballottaggi: il punto sul Comune di Como

Grande incertezza per il ballottaggio per il Comune di Como. Il primo turno ha dato vita ad una grande sorpresa con il centrodestra addirittura terzo e fuori dal ballottaggio.

A sfidarsi domenica per la carica di primo cittadino ci saranno Barbara Minghetti candidata del centrosinistra e Alessandro Rapinese sostenuto dalla Lista Rapinese Sindaco.

Minghetti ha ottenuto il 39,40% con 12.173 voti assoluti. Come detto Alessandro Rapinese con il solo sostegno della sua lista personale ha ottenuto il 27,30% dei voti (voti totali 8.443). Il centrodestra con Giordano Molteni, candidato di Fratelli d'Italia, Forza Italia e Lega è fermo al 26,99%. 

Ora naturalmente da come si comporteranno gli elettori del centrodestra dipenderà l'esito dell'elezione e chi diventerà sindaco di Como.

La sfida vede al momento il centrosinistra in vantaggio ma c'è da considerare che sulla candidatura civica di Rapinese potrebbero convergere elettori provenienti dal centrodestra che in ogni caso decideranno di andare alle urne. Da segnalare infine il ricorso al Tar annunciato da parte del centrodestra e della coalizione di Molteni visto il risicato margine di vantaggio di Rapinese volto a chiedere un riconteggio delle schede. Si voterà regolarmente domenica, verrà proclamato il sindaco di Como e poi il ricorso farà il suo corso.

Amministrative 2022, domenica 26 giugno i ballottaggi: il punto su Monza

Quarta e ultima tappa di questo primo viaggio in giro per l'Italia tra i Comuni che vanno al ballottaggio domenica 26 giugno a Monza.

A Monza a differenza che nel caso precedente di Como si assiste ad un ballottaggio assolutamente classico. Una sfida abitudinaria come quelle di Alessandria e Cuneo viste in precedenza tra centrodestra e centrosinistra. Anzi il parallelo lo si può proprio calzare a pennello con Alessandria.

Il centrodestra ha il sindaco in carica e il centrosinistra che cerca di cambiare il colore all'amministrazione della città.

A Monza al primo turno il sindaco in carica Dario Allevi ha mancato di poco la rielezione per un secondo mandato. Allevi ha conquistato 20.891 voti per una percentuale pari al 47,1%.

Seconda posizione e ballottaggio per il candidato del centrosinistra Paolo Pilotto sostenuto da una larga coalizione di centrosinistra comprendente già anche Azione. Pilotto ha ottenuto 17.767 voti pari ad una percentuale del 40,08%. 

Al terzo posto a Monza con il 5,78% è arrivato il candidato Paolo Piffer.

Il candidato Piffer ha comunicato, che non sarà neutrale al ballottaggio. Come informa il sito Monza e Brianzanews.it ha deciso che darà il suo sostegno al candidato sindaco Dario Allevi del centrodestra con la formula dell'apparentamento.