Angelo Flores, chi è il ragazzo che ha ripreso lo stupro avvenuto a Palermo

I giovani responsabili dello stupro avvenuto a Palermo devono fare i conti con le rivelazioni mostrate dal cameraman: chi è Angelo Flores e quali sono le sue dichiarazioni.

angelo-flores-stupro-palermo-chi-e

Il tragico evento avvenuto a Palermo che ha visto una giovane ragazza vittima di un episodio di stupro è al centro dell'attenzione mediatica.

Nella giornata di lunedì 21 agosto, i sei ragazzi responsabili dovranno fare i conti con le domande dei magistrati, molte delle quali generate dalla visione dei filmati realizzati da Angelo Flores: ecco chi è il cameraman del tragico evento.

Stupro a Palermo: la pagina più buia della cronaca italiana

Le iniziative istituite per la giornata mondiale contro la violenza sulle donne non bastano per fermare i numerosi crimini che giornalmente vengono compiuti in Italia.

Negli ultimi giorni fa discutere lo stupro di gruppo avvenuto a Palermo, che hanno visto sette giovani ragazzi, di cui uno minorenne, violentare, aggredire e umiliare una 19enne.

I responsabili dell'accaduto dovranno ora rilasciare le proprie dichiarazioni, incriminate dalla visione del materiale video registrato proprio da uno dei responsabili dell'atto di violenza.

Angelo Flores: chi è il ragazzo che ha ripreso lo stupro a Palermo

La violenza di gruppo a Palermo non è passata inosservata e a testimoniare non vi sono solo le riprese delle telecamere di sorveglianza in città, ma anche quelle effettuate da uno dei ragazzi presenti sul posto.

Uno dei coinvolti è infatti Angelo Flores, accusato di violenza e artefice anche dei filmati che vedono protagonista la giovane 19enne, i quali sono stati oggetto d'esame da parte dei carabinieri e del pubblico ministero.

Il ragazzo ha registrato la scena con la fotocamera del suo cellulare e, grazie a questi filmati, è stato possibile individuare gli arti artefici della violenza.

I video registrati da Angelo Flores: la testimonianza dello stupro

La stessa ragazza si era resa conto della telecamera su di lei puntata e, in questi video, vi è la conferma di molte delle accuse ricadute sui ragazzi.

Proprio di questi video Angelo Flores aveva fatto in modo di sbarazzarsi poco dopo l'accaduto, come lui stesso aveva dichiarato a un suo interlocutore tramite messaggi: l'intento infatti era quello di inviarli a determinate persone, per poi liberarsene il prima possibile.

I carabinieri indagheranno ora sulla destinazione di questi filmati e su questo contenuto, divenuto il fulcro dell'indagine aperta sui ragazzi che hanno stuprato la 19enne palermitana.

Leggi anche: La violenza psicologica è reato? Quando e come denunciare