Terremoto Campi Flegrei, quali sono i comuni a rischio "zona rossa"

Quella dei Campi Flegrei è da sempre una zona delicata per la sua intensa attività vulcanica: ecco quali sono i comuni più a rischio dell'area.

La zona dei Campi Flegrei

Quella dei Campi Flegrei è una zona nota da sempre per l'intensa attività vulcanica che la riguarda. Per tale motivo, l'area è suddivisa in diverse zone di rischio, che sono state individuate e classificate prendendo in considerazione i tipi di pericoli a cui ognuna di esse si trova esposta. Ecco di seguito le zone e i comuni che sono maggiormente a rischio.

I comuni più a rischio nei Campi Flegrei: le zone rosse

Le aree dei Campi Flegrei che si ritrovano maggiormente a rischio sono state inserite nella zona rossa. I comuni che si ritrovano in quest'area possono ritrovarsi soggetti all'esposizione ai fenomeni dei cosiddetti flussi piroclastici, che sono estremamente pericolosi per via della loro rapidità di movimento e per le loro elevatissime temperature.

Ecco di seguito tutte le zone e i comuni dei Campi Flegrei maggiormente a rischio che sono stati inseriti per questo motivo all'interno della zona rossa.

  • Comuni:

    • Pozzuoli

    • Bacoli

    • Monte di Procida

    • Quarto

  • Parte dei Comuni:

    • Giugliano in Campania

    • Marano di Napoli

  • Quartieri di Napoli:

    • Soccavo

    • Pianura

    • Bagnoli

    • Fuorigrotta

    • San Ferdinando (in parte)

    • Posillipo (in parte)

    • Chiaia (in parte)

    • Arenella (in parte)

    • Vomero (in parte)

    • Chiaiano (in parte)

    • Montecalvario (in parte)

I comuni che si trovano in zona gialla

Qui di seguito vi è invece la lista di tutti quei comuni che sono stati inseriti all'interno della zona gialla. Si tratta di conseguenza di aree che sono soggette a minori rischi: nello specifico, i comuni all'interno della zona gialla, nonostante quest'ultima sia ovviamente meno pericolosa di quella rossa, possono avere a che fare con il rischio di ricaduta di materiali vulcanici come ad esempio ceneri e lapilli. Materiali che se accumulati possono mettere seriamente a rischio la stabilità di edifici e palazzi.

Questi i comuni all'interno dell'area gialla.

  • Comuni:

    • Villaricca

    • Calvizzano

    • Marano di Napoli

    • Mugnano di Napoli

    • Melito di Napoli

    • Casavatore

  • 24 Quartieri di Napoli:

    • Arenella

    • Avvocata

    • Barra

    • Chiaia

    • Chiaiano

    • Mercato

    • Miano

    • Montecalvario

    • Pendino

    • Piscinola

    • Poggioreale

    • Porto

    • San Carlo all’Arena

    • San Ferdinando

    • San Giovanni a Teduccio

    • San Giuseppe

    • San Lorenzo

    • San Pietro a Patierno

    • Scampia

    • Secondigliano

    • Stella

    • Vicaria

    • Vomero

    • Zona Industriale

Leggi anche: Forte scossa di terremoto a Napoli: ecco cos'è successo