Decreto Campi flegrei: cosa prevede, misure straordinarie e piano di evacuazione

Nei prossimi giorni arriverà all'esame del Cdm un "Decreto Campi Flegrei" con un piano di assistenza alla popolazione in caso di bradisismo grave

Campi Flegrei, in arrivo decreto per bradisismo grave

Il ministro per la Protezione Civile Nello Musumeci ha annunciato che porterà all'esame del Consiglio dei Ministri un apposito "Decreto Campi Flegrei" che prevede un piano di assistenza alla popolazione in caso di bradisismo grave ed eventuali forme di allontanamento temporaneo per i territori particolarmente colpiti dal fenomeno. Oggi si è intanto riunita la Commissione Grandi Rischi: cosa sappiamo finora sulla situazione attuale.

Campi Flegrei, decreto ad hoc in arrivo

Il fenomeno bradisismico nella zona dei Campi Flegrei sta provocando una serie di scosse di terremoto tra le più forti degli ultimi quarant’anni gettando nella preoccupazione non solo gli abitanti della zona - che comprende il quartiere napoletano di Bagnoli e i comuni di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Quarto e Giugliano - ma anche numerosi esperti.

Da più parti, a cominciare dai sindaci dei Comuni interessati ma anche da parte del Presidente della Regione Campania De Luca, si è chiesto a gran voce un aggiornamento del piano di evacuazione. Le richieste si concentrano sull’aggiornamento delle vie di fuga, il controllo dello stato e della manutenzione delle infrastrutture e degli edifici e l’integrazione di quanto emerso dallo studio dei flussi di persone e auto commissionato dalla Regione Campania.

Il Ministro della Protezione Civile ha annunciato che sta lavorando a un decreto ad hoc per gli eventi causati dal bradisismo grave. Questa appare infatti la principale emergenza da affrontare, ossia quella delle scosse di terremoto che diventano sempre più intense e frequenti.

"Livello allerta per rischio vulcanico rimane giallo"

Al termine dell'ultima riunione della commissione nazionale per la previsione e la prevenzione dei Grandi Rischi, convocata oggi dal capo dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio, è stato valutato che "non si ravvisano motivazioni immediate per la modifica del livello di allerta giallo per il rischio vulcanico". Mentre, per quanto riguarda la sismicità connessa al bradisismo, si è sottolineato come "la maggiore frequenza degli sciami sismici, l’aumento della loro magnitudo e il perdurare del sollevamento del suolo suggeriscono che gli stessi eventi sismici possano ripetersi in futuro".

Eruzione vulcanica difficile da prevedere

Sempre per quanto riguarda le preoccupazioni dei cittadini sul possibile legame tra l'intensificarsi delle scosse di terremoto con una possibile eruzione vulcanica, Lucia Pappalardo, vulcanologa e prima ricercatrice dell’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ha affermato - come altri suoi colleghi nei giorni precedenti - che al momento non ci sono segnali di un’eruzione imminente. Ma ha anche aggiunto che un fenomeno del genere "è difficile da prevedere. Generalmente ci sono fenomeni premonitori, che possono durare mesi, ma è difficile dire a priori quanto tempo avremo".

Cosa prevede il decreto

Il ministro per la Protezione Civile Nello Nusumeci ha dunque annunciato che sta lavorando a un 'Decreto Campi Flegrei', un piano di esodo in caso di un evento di bradisismo grave che porterà al più presto all'eame del Consiglio dei Ministri. Il provvedimento prevede varie forme di assistenza alla popolazione ed eventuali forme di allontanamento temporaneo per i territori particolarmente colpiti dal fenomeno.

"Il testo del decreto legge sui Campi Flegrei è in dirittura d'arrivo. Con gli uffici del dipartimento stiamo infatti definendo gli ultimi passaggi formali" - ha affermato il ministro, che ha poi aggiunto " Ho incontrato l'assessore alla Protezione civile della Regione Campania**, Mario Morcone**, per la condivisione di alcuni obiettivi contenuti nel provvedimento. Abbiamo anche chiesto alla commissione nazionale Grandi rischi, del Sistema nazionale di Protezione civile" - ha aggiunto Nusumeci - " di farci conoscere l'analisi della comunità scientifica relativa alla situazione aggiornata dell'area interessata dal punto di vista sismico e bradisismico. Non stiamo trascurando alcun elemento: tutto ciò che si rende necessario, il governo lo sta facendo, d'intesa con la Regione, gli Enti locali e la Prefettura".