Auto diesel euro 5: ecco quando scatterà il blocco

Blocco auto Euro 5: quando avverrà? Ecco la data ed il motivo per cui si continua a procrastinare ulteriormente.

auto euro 5 blocco

Dopo un lungo periodo di incertezza e discussioni, è stata presa finalmente una decisione riguardo al blocco dei veicoli Euro 5 in Piemonte. Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge che ha rinviato il divieto previsto per il 15 settembre, mettendo fine a settimane di tira e molla. Questa decisione ha un impatto significativo sulla vita dei cittadini e sul settore dell'automobile. In questo articolo, esploreremo cosa comporta questa decisione, quali sono le nuove date da tenere a mente, e quali misure vengono adottate per affrontare l'inquinamento atmosferico.

La decisione del Governo

Dopo una lunga attesa e discussioni serrate, il Consiglio dei ministri ha ufficialmente approvato un decreto legge che ha rimandato il blocco dei veicoli Euro 5 in Piemonte, originariamente previsto per il 15 settembre. Questa decisione è stata accolta con sollievo da molte famiglie e imprese nel Piemonte, che temevano le conseguenze economiche e sociali di questa restrizione.

L'obiettivo principale del governo era evitare il blocco dei veicoli diesel Euro 5 in Piemonte a partire da settembre. Il Ministro dell'Ambiente e della Sicurezza Energetica, Gilberto Pichetto Fratin, ha commentato che la soluzione non era semplice da trovare, ma è stata essenziale per evitare un'ulteriore crisi economica nella regione.

L'accordo tra il governo e la Regione Piemonte è stato cruciale per raggiungere questa decisione. Il Presidente della Regione, Alberto Cirio, ha sottolineato l'importanza del lavoro di squadra e l'intervento immediato del governo a sostegno delle famiglie e delle imprese piemontesi. Senza l'azione del governo, la regione non avrebbe potuto prendere misure adeguate da sola.

Le nuove date

Il provvedimento non è stato cancellato, ma solo rinviato. La nuova data in cui entrerà in vigore il blocco dei veicoli diesel Euro 5 è stata fissata per il 1° ottobre 2024. Quindi, per un altro anno, i veicoli Euro 5 potranno circolare liberamente nei 76 Comuni del Piemonte interessati.

Dopo il 1° ottobre 2024, i Comuni avranno l'opzione di introdurre il blocco dei veicoli Euro 5, ma non sarà ancora un obbligo. L'effettiva proibizione di circolazione diventerà obbligatoria il 1° ottobre 2025 per i Comuni che sceglieranno di applicarla.

È importante notare che queste regole non si applicano solo al Piemonte ma riguardano l'intera regione del bacino padano, compresi Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna.

Le misure anti-smog in Piemonte

Oltre al rinvio del blocco dei veicoli Euro 5, il governo e la Regione Piemonte stanno adottando altre misure per affrontare il problema dell'inquinamento atmosferico. Il Piemonte continuerà a potenziare le azioni anti-smog per tutelare l'ambiente e la salute dei cittadini.

Un esempio di queste misure è l'incremento delle risorse destinate al miglioramento della qualità dell'aria. La Regione ha anche annunciato un nuovo pacchetto di incentivi per le famiglie che acquistano abbonamenti per il trasporto pubblico locale e per le imprese che vogliono sostituire veicoli inquinanti.

L'assessore all'Ambiente piemontese, Matteo Marnati, ha evidenziato che ci sono già stati importanti passi avanti nel miglioramento del trasporto pubblico, inclusa la sostituzione di autobus inquinanti con mezzi a basse emissioni. Inoltre, sono stati stanziati fondi per la sostituzione di stufe e impianti di riscaldamento inquinanti, e sono stati implementati incentivi per ridurre le emissioni generate dagli edifici.

La situazione nelle altre regioni

La decisione di rinviare il blocco dei veicoli Euro 5 nel Piemonte ha ricevuto un'accoglienza positiva anche da altre regioni, come la Lombardia. L'assessore all'Ambiente lombardo, Giorgio Maione, ha sottolineato che non è realistico costringere le famiglie a sostituire le auto inquinanti da un giorno all'altro. La Lombardia ha già intrapreso iniziative come il bando "Rinnova autovetture 2023" che ha permesso a migliaia di famiglie di sostituire veicoli inquinanti con mezzi a basse emissioni, offrendo incentivi significativi.

La decisione del governo di rinviare il blocco dei veicoli Euro 5 in Piemonte ha rappresentato un sollievo per molte famiglie e imprese della regione. Tuttavia, questa decisione non elimina la necessità di affrontare il problema dell'inquinamento atmosferico. Sia il governo che la Regione Piemonte stanno adottando misure aggiuntive per migliorare la qualità dell'aria e proteggere l'ambiente.

È importante che i cittadini e le imprese rimangano informati sulle nuove date e le future restrizioni, per prepararsi adeguatamente a eventuali cambiamenti. Nel frattempo, altre regioni stanno valutando soluzioni simili per affrontare la sfida dell'inquinamento atmosferico.