Gustavo Petro, candidato del Pacto Historico, una coalizione di sinistra è il nuovo presidente della Colombia. Questo hanno deciso gli elettori colombiani ed è un fatto storico.

Mai prima d'ora un presidente di sinistra aveva guidato la Colombia. Al ballottaggio tenutosi domenica 19 giugno, Petro ha conquistato il 50,4% dei voti e  ha battuto l'avversario Rodolfo Hernandez che non è andato oltre il 47,3%. Niente da fare quindi per lui e Petro quindi si appresta a diventare il presidente della Colombia dal 2022 al 2026.

Il successo è storico perchè Petro, ex guerrigliero incarna per molti colombiani tutto ciò che hanno sempre voluto tenere lontano dal potere. Ma questo voto in Colombia cambia la storia. 

Colombia Gustavo Petro presidente: il tweet della vittoria dopo la conferma dei risultati

A risultati definitivi a Bogotà Petro ha pubblicato un tweet per festeggiare lo storico successo. 

Ecco il testo originale: 

”Hoy es dia de fiesta para el pueblo. Que festeje la primera victoria popular. Que tantos sufrimientos se amortiguen en la alegria que hoy inunda el corazon de la Patria. Esta victoria para Dios y para el Pueblo y su historia. Hoy es el dia de las calles y las plazas”. 

"Oggi è una festa per la gente. Che festeggia la prima vittoria popolare. Tante sofferenze siano attutite dalla gioia che oggi inonda il cuore della Patria. Questa vittoria per Dio e per il Popolo e la sua storia. Oggi è la giornata delle strade e delle piazze”.

Colombia, Gustavo Petro presidente: prima volta di un politico di sinistra 

Come detto il ballottaggio in Colombia era molto atteso e si tratta della prima volta che un politico di sinistra accede alla massima carica dello stato a Bogotà. Il nuovo presidente della Colombia è un economista, ha 62 anni, senatore e leader della coalizione di sinistra Pacto Historico.

Petro ha battuto al ballottaggio l'imprenditore di 77 anni Rodolfo Hernandez. 50,4% la percentuale di voti per Petro, 47,3% la percentuale per Hernandez che è arrivato al ballottaggio a sorpresa visto che ha ottenuto più voti al primo turno rispetto al candidato Federico Gutierrez che era sostanzialmente il candidato in linea con la destra storicamente al Governo della Colombia.

Ora nel paese sudamericano si apre una nuova storia: Petro sarà il presidente e al suo fianco ci sarà Francia Marquez.

Colombia, Gustavo Petro presidente: affluenza alle urne di oltre 22 milioni di persone

E' stato un ballottaggio che ha avuto una buona partecipazione.

Hanno votato oltre 22 milioni di persone su circa 39 milioni che ne avevano diritto. Quasi 11.300.000 sono stati i voti che sono andati a Petro mentre i voti che sono andati a Hernandez sono stati 10.580.000.

Uno scarto quindi tra il candidato presidente e il leader della Liga de Gobernantes Anticorrupción di circa 700.000 voti. 

Le elezioni si sono svolte in una situazione in cui l'elettorato ha espresso già dal primo turno una forte critica al Governo attuale di centrodestra premiando e inviando al ballottaggio due candidati su posizioni molto diverse che si erano posti in maniera molto decisa contro il sistema di Governo che ha retto la Colombia.

In un paese che si caratterizza per disuguaglianze notevoli, per fenomeni di violenza e con un costo della vita sempre più elevato il segnale è stato di stop rispetto ai partiti tradizionali e di fiduca a chi proponeva ricette diverse come Petro e Hernandez che come, appare evidente dal nome della sua forza politica, aveva puntato tutto sull'aspetto della lotta alla corruzione.

Colombia, Gustavo Petro eletto presidente: ”Appello all'unità”

Ora le aspettative di cambiamento della Colombia sono nelle mani di Gustavo Petro. Spetta a lui incarnare e concretizzare quella volontà di cambiamento che i cittadini hanno espresso nelle urne. Nelle primissime dichiarazioni Petro ha lanciato subito un appello all'unità del paese.

Petro ha sottolineato che dal suo Governo:

"non ci saranno sentimenti di rivalsa contro nessuno, non ci saranno problemi ad accogliere tutti i membri delle opposizioni al Palazzo Presidenziale per discutere i problemi della Colombia”.

Colombia, Gustavo Petro eletto presidente: ”Dal nostro Governo non ci sarà nessuna persecuzione”

Petro ha anche sottolineato che dal nuovo Governo che nascerà in Colomba non ci saranno mai

”persecuzioni politiche o legali per nessuno. Ci sarà sempre e solo rispetto e dialogo. Dobbiamo essere in grado di ascoltare e interpretare le esigenze della maggioranza silenziosa formata da contadini, indigeni, donne e giovani”.

Dal canto suo Hernandez che ha fatto una campagna elettorale molto aggressiva e tutta basata sulla lotta alla corruzione definita il male assoluto del paese ha ammesso la sconfitta poco dopo la proclamazione dei risultati.

Hernandez che aveva avuto le dichiarazioni di appoggio anche di Gutierrez alla vigilia del ballottaggio, ha sottolineato in un video sui suoi canali social network di accettare il risultato delle urne e la vittoria di Petro.

”Accetto il risultato come dovrebbe essere se vogliamo che le nostre istituzioni siano salde”.

Colombia, il ruolo della vice-presidente Francia Marquez

Francia Marquez sarà il prossimo vicepresidente della Colombia

Francia Marquez, classe 1982, femminista, attivista ambientalista è sopravvissuta a un attacco armato

Marquez è stata di grande appoggio per Petro ha fatto una campagna in particolare per coloro che non sono niente, coloro la cui umanità non è riconosciuta, coloro i cui diritti non sono considerati.