Freddo artico in arrivo in tutta Italia: ecco la data che segna l'inizio dell'inverno

La sciabolata artica di Attila è alle porte e segna un lungo periodo di gelo e nubifragi.

freddo-in-arrivo-data

L'inverno arriva prima del previsto. Secondo i meteorologi, infatti, ci aspettano dei giorni che anticipano la stagione più rigida a causa di una perturbazione soprannominata sciabolata artica di Attila.

Temperature polari che scenderanno anche sotto lo 0: queste sono le previsioni che ci aspettano per il weekend 24-26 novembre e che costringono a rispolverare cappelli, sciarpe e guanti.

L'inverno arriva in anticipo: le date della sciabolata artica

Secondo le ultime previsioni, è arrivo una perturbazione che colpirà tutta la penisola e che farà scendere il termometro sotto la media stagionale. La sciabolata artica di Attila si farà sentire da sabato 25 novembre e durerà almeno 10 giorni: per l'Immacolata la situazione dovrebbe ristabilirsi, ma fino a quel momento dobbiamo aspettarci delle temperature tipicamente invernali.

Si tratta di una perturbazione particolare che non capitava da circa 10 anni, e la sua peculiarità è proprio la lunga durata.

La data da segnare è sabato 25 novembre, in cui le temperature scenderanno di circa 10-12°, ma è soprattutto il vento ad accrescere la percezione di freddo: sono previsti vortici di Tramontana e Grecale su circa tutte le regioni italiane, venti glaciale che provengono dalle zone della Russia e dei Balcani.

Il vortice potrebbe portare anche piogge e nubifragi, soprattutto nelle regioni del centro-sud Italia.

I consigli per affrontare il freddo

Visto questo improvviso calo di temperature, è necessario adottare dei comportamenti utili a combattere il freddo e, soprattutto contrastare i rischi, come i geloni.

Il primo consiglio è quello che riguarda l'alimentazione. Esistono infatti dei cibi che hanno un effetto riscaldante e un effetto di raffreddamento: ovviamente per la stagione più rigida è bene preferire i cibi riscaldanti. Tra questi troviamo molte spezie, alcune tipicamente invernali, come la cannella e il garofano, che solitamente vengono usati per le tisane. Inoltre, troviamo il timo, peperoncino, pepe e zenzero.

Inoltre, è bene scegliere un tipo di abbigliamento particolarmente caldo che aiuti a contrastare il clima freddo. Infatti, un abbigliamento idoneo aiuta a mantenere il corpo a una temperatura costante, evitando di percepire sbalzi termici. Per fare ciò sono importanti i tessuti dei nostri abiti: lana e seta sono dei tessuti termoregolatori, fortemente assorbenti. Inoltre, sono dei tessuti traspiranti e convogliano l'umidità della pelle verso l'esterno, mantenendo il corpo a una temperatura costante. I capi composti da queste due fibre sono gli alleati perfetti per le rigide giornate invernali.

Spesso, molte persone lamentano mani e piedi sempre freddi: questo potrebbe essere un sintomo di problemi di circolazione. Per contrastare questo problema, si consiglia di fare, quando è possibile, attività fisica quotidiana. Per esempio, decidere di fare una camminata può aiutare a riscaldare i piedi, evitare l'ascensore e prediligere le scale.

Anche i pediluvi sono un alleato efficace, magari se abbinati a un cucchiaio di semi di peperoncino nell'acqua calda. Questa pratica porta una riattivazione della circolazione e un equilibrio energetico: infatti, quando ci sono dei casi di rallentamento della circolazione, l'energia tende a essere spostare verso l'alto, portando il raffreddamento di gambe e piedi.

Infine, sono molto utili le cosiddette docce di contrasto, soprattutto quando non ci si riesce a riscaldare con altri metodi. In cosa consistono? Semplicemente nell'alternanza di getti di acqua calda e fredda per una decina di minuti: questo porterà a una sicura riattivazione della circolazione.