Italia verso un clima tropicale: come sta cambiando la temperatura da nord a sud

Anche il governo si arrende di fronte all'evidenza: ecco come il clima in Italia sta diventando sempre più tropicale.

italia-clima-tropicale

Le parole del ministro per la Protezione Civile Nello Musumeci non rappresentano certo una rivoluzione nel loro contenuto, dato che da anni sono noti effetti e cause del cambiamento climatico.

Ciò che veramente ha colpito delle parole del ministro (eletto con Fratelli d'Italia) è il fatto che si tratta di una delle prime ammissioni ufficiali del governo in merito al cambiamento climatico (si ricorda che solo una decina di giorni fa Giorgia Meloni in Spagna si è espressa contro i "fondamentalisti del clima").

I disastri causati dai nubifragi a Milano, dal blackout di Catania e dagli incendi di Palermo (senza contare le temperature fuori norma di quasi tutte le regioni, che hanno spinto i sindacati a chiedere misure straordinarie stile Covid), del resto, non lasciano orami più spazio a dubbi, e mostrano chiaramente come l'Italia si stia ormai avvicinando a un clima dalle caratteristiche tropicali.

Vediamo allora quali sono le peculiarità del clima tropicale, e in che modo l'Italia rischia suo malgrado di conoscerle sempre più spesso.

L'Italia e il clima tropicale, ecco come cambia il clima del paese

L'Italia si sta avvicinando a un clima tropicale? A guardare gli ultimi dati meteo, relativi al cambiamento climatico, sembrerebbe proprio di sì. Un cambiamento tale rischierebbe di sconvolgere innumerevoli aspetti della società italiana, a cominciare dall'agricoltura e dall'economia.

Alcuni studiosi, in effetti, prevedono che, per effetto del clima tropicale in Italia, nel giro di alcuni anni si avrà un aumento significativo delle coltivazioni di datteri al sud e di agrumi al nord, mentre la produzione di vino potrebbe diventare sempre più difficile.

Vediamo allora quali sono le caratteristiche principali del clima tropicale, e in che modo riguarda l'Italia:

La tropicalizzazione dell'Italia, un fenomeno irreversibile?

Basta dunque leggere le caratteristiche principali del clima tropicale per rendersi conto di come molte di queste peculiarità sono già presenti sul territorio italiano.

Notiamo infatti la presenza di violenti temporali e di piogge disastrose, ma anche il fattore aridità non è da sottovalutare, come hanno mostrato le cronache degli scorsi mesi.

Mitigare gli effetti del cambiamento climatico è ancora possibile, e non solo necessario ma decisamente urgente.

Tuttavia, è arrivato anche il momento di iniziare a prendere delle misure adeguate per adattarci alle nuove condizioni metereologiche, dalla messa in sicurezza degli argini, alla gestione attenta dei corsi d'acqua, fino a delle politiche del lavoro e dell'istruzione che tengano conto delle nuove necessità.

Del resto, è innegabile che il numero di eventi estremi non sia mai stato così alto: nel 2022 si è infatti arrivati al +83% di eventi estremi rispetto al trentennio 1960-1990.