Jiang Zemin è morto a 96 anni: chi era, vita e carriera dell'ex presidente della Cina

Morto l'ex presidente della Cina, predecessore di Hu. Vita e pensiero politico di Jiang Zemin, l'uomo che avvicinò l'Oriente all'Europa.

É morto l'ex presidente cinese Jian Zemin

Una delle personalità più influenti della Cina è morta oggi alle ore 12.13 locali: Jiang Zemin, 96 anni. Secondo quanto riporta la stampa nazionale Xinhua sembra che la causa del decesso sia stata la leucemia combinata con l'insufficienza multiorgano.

Jiang Zemin è stato il presidente della Cina a cavallo tra gli anni Novanta e Duemila, simbolo dei socialismo, duro con le minoranze ma aperto al capitalismo. Ripercorriamo i punti salienti della sua attività politica.

Vita e carriera di Jiang Zemin, chi era e cosa ha rappresentato per la Cina

Classe 1926, Jiang Zemin ha avuto una carriera politica lunga e florida, che lo ha portato fino alle più alte cariche dello Stato cinese. Dal 1989 fino al 2002 è stato il Segretario generale del partito comunista cinese fino all'elezione come presidente della Cina, dal 1993 al 2003. Sotto il suo governo sono avvenuti fatti storici di importanza internazionale che hanno segnato un'intera epoca.

Fu eletto in un momento molto particolare per la Cina, ovvero poche settimana dopo la strage di piazza Tienanmen, dove morirono migliaia di studenti nell'atto di manifestare per la libertà e la democrazia del Paese. Pur non essendo il mandante della violenta repressione, Jiang Zemin mantenne una linea dura durante tutto il suo mandato, come il suo predecessore. Ad esempio fece reprimere duramente alcune minoranze etniche e religiose considerate "scomode", scatenando accese polemiche in Tibet.

Dal punto di vista della politica internazionale ed economica del Paese, l'ex presidente della Cina fu favorevole ad un sistema capitalista: a lui si deve l'ingresso della Cina nell’Organizzazione mondiale del commercio, avvenuta nel 2001. In altre parole fu il primo ad accorgersi dell'importanza di intrattenere accordi commerciali con il vecchio continente.

Jiang Zemin, ormai anziano, si allontanò progressivamente dalla scena politica lasciando il posto a Hu come presidente della Repubblica cinese nel 2003.