Svolta nelle indagini per la piccola Kata: chi sono i 5 indagati per la scomparsa

Svolta nelle indagini sulle ricerche della piccola Kata: ecco chi sono i 5 indagati dalla Procura di Firenze.

kata-scomparsa-5-indagati-chi-sono

Dal 10 giugno non si sono fermate le ricerche per la piccola Kata, la bambina peruviana scomparsa nella città di Firenze.

Nelle ultime ore sono trapelati ulteriori dettagli, che hanno portato a indagare su 5 persone per ipotesi di reato: scopriamo insieme tutti i dettagli.

Indagini in corso per la scomparsa della piccola Kata

Diverse sono le indagini che sono state aperte a partire dal 10 giugno, cercando di capire chi possa aver rapito la piccola Kata, bambina scomparsa nella città di Firenze.

Poche sono le riprese che hanno mostrato gli ultimi movimenti di Kata, ma le indagini non si sono mai fermate e sembrano essere arrivate nelle ultime ore a un punto decisivo.

La procura di Firenze ha infatti individuato una nuova pista che vede coinvolte 5 persone: scopriamo chi sono.

Le ricerche della piccola Kata: chi sono i 5 indagati per la scomparsa

Dalle ultime novità sulla vicenda sono passati alcuni giorni e ora sembra che una nuova pista possa avvicinare alla verità sulla scomparsa di Kata.

Sono 5 gli ex occupanti dell'Hotel Astor a Firenze che sono stati indagati per la vicenda e fondamentali sono state le riprese delle telecamere di sorveglianza.

Tre degli indagati sono stati infatti ripresi mentre uscivano dall'ex albergo il 10 giugno, con un borsone e due trolley, in cui molto probabilmente avrebbero potuto occultare il corpo di Kata.

Ma non è finita qui, in quanto le indagini della procura di Firenze hanno evidenziato altri dettagli.

Gli indagati per la scomparsa di Kata: i dettagli dell'indagine

Le indagini non sono finite e ulteriori dettagli vengono rivelati: dei 5 uomini in questione, due sono occupanti di tre distinte stanze, nei cui rubinetti dei bagni sono state trovate tracce ematiche.

Le ispezioni più invasive avvenute negli scorsi giorni potrebbero avere un continuo e, dopo 90 giorni dalla scomparsa, si potrebbe esser giunti alla verità sulla piccola Kata.

Tra le ipotesi, vi è quella di probabile ritorsione per il racket degli alloggi che vedeva coinvolto lo zio della piccola; altre strade, invece, sospettano che Kata possa essere stata rapita per errore e portata in Perù.

Leggi anche: Terremoto in Marocco: ecco come si può concretamente aiutare il popolo colpito dal sisma