Strage di Bologna, chi è Marcello De Angelis e perché il suo post ha scatenato la bufera

Un suo post su Facebook ha fatto molto discutere e ora si chiede l'intervento del Governo sulla sua posizione: ecco chi è Marcello De Angelis.

marcello-de-angelis-chi-e

Delle parole ritenute fuori luogo sono le protagoniste del post di Marcello De Angelis, che nelle ultime ore ha attirato l'attenzione del governo.

Per addentrarsi meglio nella vicenda, è utile conoscere il suo passato e la carriera, oltre che il caso che lo vede protagonista.

Marcello De Angelis e il post che fa discutere su Facebook

Dopo 43 anni dalla strage di Bologna, Marcello De Angelis ha voluto pubblicare un post su Facebook che, rispetto agli altri di cordoglio, ha fatto molto discutere.

Tra le sue parole, infatti, ve ne sono alcune molto pungenti, con le quali De Angelis sostiene che tre dei condannati - Valerio Fioravanti, Francesca Mambro e Luigi Ciavardini, siano in realtà innocenti.

Le sue parole hanno fatto molto discutere, data anche la posizione che occupa Marcello De Angelis.

Chi è Marcello De Angelis: carriera e passato

Tutt'oggi responsabile della comunicazione istituzionale della regione Lazio, Marcello De Angelis ha avuto un passato molto tormentato a seguito delle sue decisioni politiche.

De Angelis ha infatti un passato nell'estremismo di destra, facendo parte da giovane del movimento eversivo Terza Posizione ed era anche stato indagato inizialmente nel caso della strage di Bologna.

Assieme a lui vi era anche suo fratello Nanni, morto suicida in carcere nel 1980, mentre Marcello era riuscito a fuggire in Inghilterra, dove è stato agli arresti per sei mesi per poi tornare in Italia scontando tre anni di carcere per associazione sovversiva e banda armata.

Dopo questo episodio, ha deciso di dedicarsi all'illustrazione e al giornalismo, divenendo anche per due volte parlamentare, occupandosi tutt'oggi della comunicazione della Regione Lazio.

Le sue ultime parole, però hanno fatto molto discutere e alcuni prevedono dei provvedimenti.

Le decisioni politiche a seguito delle dichiarazioni di Marcello De Angelis

A causa delle parole legate alla strage di Bologna, da cui sono stati tratti film e libri, la carriera di Marcello De Angelis potrebbe essere a rischio.

Il presidente della regione Lazio, Rocca, ha però dichiarato che le parole postate su Facebook sono state mosse dalla sua vita privata e dal suo ruolo di cittadino, non ricoprendo così le vesti istituzionali.

Non è dello stesso parere invece la sinistra italiana, tra cui spiccano le richieste di dimissioni da parte di Elly Schlein e Pierluigi Bersani.

Interviene quindi Giorgia Meloni, la quale si aspetta le dimissioni spontanee di Marcello De Angelis.

 

Leggi anche: Ecco cosa prevede il decreto Taxi del governo Meloni