Matteo Salvini ha organizzato a Roma il primo di una serie di incontri dal titolo “E' l'Italia che vogliamo”. Un momento di riunione di tutti i dirigenti della Lega con ospiti esterni per iniziare a immaginare l'Italia del Futuro nella visione della Lega. E del centrodestra. Un momento di confronto e ascolto che ha chiuso lo stesso Salvini.

La Lega terrà iniziative analoghe da qui alle Politiche in ogni Regione. La prossima sarà il 23 maggio a Genova.Centrodestra unito per vincere le elezioniè stato uno dei passaggi chiave di Matteo Salvini che ha tenuto il discorso conclusivo.

Matteo Salvini: “Con una guerra in corso chi divide fa il male del paese”

l'Italia che vogliamo, ascoltiamo il Paese, lavoriamo per ripartire" è il tema chiave dell'incontro. 

Matteo Salvini ha aperto parlando dei tanti incontri organizzati nella giornata con esperti di vari settori: “Oggi abbiamo sentito testimonianze positive, la mia idea è costruire insieme il programma con cui ci presenteremo alle elezioni e con cui governeremo il nostro paese". 

"Il momento è delicato: vedo che al mondo mediatico interessa più la polemica e la divisione più che le proposte. A me no. Ci si può permettere polemica e divisione quando la gente sta bene e lavora. Ora con due anni di pandemia e una guerra in corso chi divide fa il male del paese".

Matteo Salvini: “Occorre tendere al disarmo, fare di tutto per riavvicinare le parti”

"La priorità oggi da uomo politico - ha detto il leader della Lega - e da semplice cittadino è arrivare subito alla pace, fermare questa guerra e fare quello che è umanamanente possibile per fermare le armi".

"Col Pd stiamo facendo questo percorso poi torniamo a governare col centrodestra in maniera più omogenea e compatta. Noi dobbiamo andare verso il disarmo. Finlandia e Svezia decideranno cosa fare. Ora dobbiamo fare quello che riavvicina le parti".

"Occorre fare una premessa - è il ragionamento di Salvini -: noi siamo per libertà, democrazia, Occidente, rispetto dei popoli. Distinguiamo aggressori da aggredito. Ma abbiamo il dovere morale di dirci: come avviciniamo le parti adesso e come evitiamo altri morti?" 

"Occorre tornare al mondo della collaborazione e della cooperazione. Lo sport, l'arte, la musica e la cultura uniscono. Qualcuno pensa che allontanando uno sportivo si avvicina la pace? Ma siamo seri?".

Matteo Salvini: "Le priorità della Lega sono lavoro, lavoro, lavoro"

"Putin ha parlato col presidente francese - ha detto Salvini - spero che parli il prima possibile con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e mi domando se ci fosse ancora stato Donald Trump alla Casa Bianca...ma con i se e con i ma non si va da nessuna parte. Dico a politici e giornalisti di non cercare la piccola bega quotidiana, dobbiamo fare di tutto per lasciare ai nostri figli un mondo che vive in pace".

"Enrico Letta - continua Salvini - dice che le sue priorità sono Ius Soli-Ius Scholae, Legge Elettorale e legge Zan. Rispetto per lui. Per me però la priorità è il lavoro, il lavoro e ancora il lavoro. Non altro". 

"Da 30 anni - rivendica con orgoglio il leader della Lega - provano a dividerci e non ci riusciranno per i prossimi 30 anni. Queste idee che raccogliamo in queste iniziative, le voglio mettere a disposizione di tutto il centrodestra. Questa nuova fase di ascolto, perchè solo unito il centrodestra vince e governa questo paese. Le divisioni aiutano solo il campo avverso. Cercare ciò che unisce".

Matteo Salvini: "Governo non è esercizio del potere ma un modo per rendere migliore il paese"

"Governo e potere per qualcuno sono un fine - attacca Salvini - c'è chi dice sto al governo per stare al governo. Per me esercizio del potere non è il fine ma è un mezzo per rendere migliore il mio paese.

"La Lega ha più di 800 sindaci, ne abbiamo fatta di strada. Ma non mi accontento dei risultati miracolosi raggiunti". 

"Gireremo tutta l'Italia da qui a febbraio. Idea d'Italia della Lega e del centrodestra: famiglia, un'Italia che vogliamo, la mia Italia, non riconosce nessuna droga legale, non ammazzarsi di pasticche ma di sport. No a utero in affitto e rendere più veloci le adozioni". 

"Ho salutato -dice col sorriso Salvini - il premier ungherese rieletto Viktor Orban, Ungheria cresce. Là ci sono politiche per la famiglia. Molti in italia dicono "il secondo figlio non me lo posso permettere", questo paese non è un paese civile per me, qui occorrerà fare molto meglio nel prossimo futuro".

Matteo Salvini: "Siamo entrati in un governo complicato ma era mio interesse mettere il futuro dell'Italia davanti a quello del mio partito"

"Siamo entrati in un Governo complicato - riferendosi ovviamente all'esecutivo Draghi - analizza Salvini - se avessi fatto calcolo di partito avrei detto di no, ma con pandemia e vittime non era mio diritto ma era mio interesse mettere il futuro dell'Italia davanti all'interesse del mio partito e io sono sicuro che gli italiani ce lo riconosceranno".

"Altrimenti anche la battaglia per eliminare la patrimoniale sulla casa non si sarebbe combattuta e vinta. Sventata la revisione patrimoniale, l'abbiamo vinta perchè eravamo al Governo".

Matteo Salvini: "Possiamo dire in maniera trasparente che occorre fare anche l'interesse nazionale italiano?"

E poi uno dei cavalli di battaglia della Lega: "Possiamo fare in maniera trasparente l'interesse nazionale italiano? O dobbiamo chiedere il permesso a qualcuno. Io penso che Mario Draghi abbia l'autorità e l'autorevolezza di chiedere all'Europa di prendersi in mano il futuro. Con Francia e Germania ad esempio Europa decide in autonomia del suo futuro politico, energetico e di mille altri aspetti". 

"Su immigrazione mi taccio perchè sono a processo. Su questo dobbiamo lavorare per aiutare le persone che arrivano e sono oneste. Il permesso di soggiorno a punti che ti riporta nel tuo paese se sbagli qualcosa mi pare qualcosa di civiltà. I referendum sulla Giustizia del 12 giugno metteranno a posto altre cose".

Matteo Salvini: "Più provano a farci litigare e meno ci riescono"

"Lega è una comunità di 5.000 amministratori locali - rivendica Salvini - Lega è promotrice di un centrodestra unito, cercano di farci litigare con Giorgia, Silvio. Più ci provano e meno ci riescono. Importante è che tutti abbiamo lo stesso obiettivo. Non è importante è partecipare, mio obiettivo è puntare a vincere".

"Non mi accontento di tutelare interesse del mio partito e di perdere. Ho chiesto a uomini e donne della Lega di fare diversi passi indietro anche alle Amministrative di giugno, spero che lo stesso spirito di unità animi tutti nel centrodestra. Ma ne sono sicuro".

Matteo Salvini: "Mi aspetto da Draghi coraggio su una battaglia di pace fiscale ai cittadini che è doverosa"

"Mi aspetto da Draghi coraggio: dopo emergenza sanitaria, emergenza guerra e sociale in corso, una grande pace fiscale ai cittadini è doverosa. Se devo entrare nelle case di qualcuno entro in quelle dello 0,2% di evasori con cartelle fiscali milionarie".

E chiusura di nuovo su guerra e economia: "dobbiamo fermare le armi, salvare vite e salvare vite e posti di lavoro in Italia".

"Le guerre finiscono in 2 modi, come spiegano autorevoli esperti: 1) uno dei due vince sul campo ma oggi è complicato pensarlo. 2) soluzione diplomatica con tre regole di trattativa, nessuno dei due sia umiliato, ognuno ceda qualcosa e nessuno abbia perduto la faccia. Oggi questo tavolo non c'è e occorre avviarlo, il prima possibile".

Salvini si dice "preoccupato per un settembre-ottobre difficile con tante fabbriche che non riapriranno dopo l'estate, il costo di energia e materie prime continuerà a essere alto a lungo. Il centrodestra deve essere comunità di diversi con obiettivo comune, non governare tanto per governare ma governare per cambiare in meglio il paese".