Cos’è il Niqab: ecco chi lo indossa e la differenza con hijab e chador

Sta diventando un caso politico quello della bambina di Pordenone che lo ha indossato in classe. Ecco cos'è il Niqab e chi lo indossa.

È diventato un caso politico l’episodio di un bambina di 10 anni che frequenta la quarta elementare che si è presentata nella sua scuola di Pordenone indossando il niqab. Sono stati i genitori degli alunni della sua classe a rendere nota la questione.

Come da loro dichiarato “la maestra ha agito con saggezza e anche con grande discrezione”, chiedendo alla famiglia di far indossare alla bambina un semplice hijab, foulard che copre i capelli e il collo delle persone adulte di sesso femminile. Ma quindi cos’è di preciso il niqab?

Cos’è il Niqab e perché ha scatenato una polemica

Dal giorno seguente all’episodio nessuno è tornato sul discorso, poiché i genitori della bambina, nata e cresciuta in Italia ma di origini nigeriane, hanno seguito senza alcuna esitazione le indicazione della docente.

Per quanto riguarda la classe, la questione si sarebbe già chiusa senza polemiche. Ma si sa, storie come questa aprono sempre il dibattito sul tema dell’integrazione di coloro che appartengono a culture e fedi diverse.

Il caso è giunto quindi fino alla politica, e la Lega ha subito avanzato la proposta di introdurre il divieto di indossare il Niqab nelle scuole.

Lo scalpore si è sollevato perché la bambina è stata mandata a scuola interamente coperta da capo a piedi. Infatti, il Niqab è un copricapo che nasconde l’intero corpo della donna, compreso il volto, lasciando scoperti solamente gli occhi.

Chi indossa il Niqab?

Il Niqab è un indumento presente nei Paesi di tradizione islamica. Più in particolare, è diffuso nel Vicino Oriente e in Egitto.

In Italia l’utilizzo del niqab in pubblico non è espressamente vietato. Tuttavia, in alcuni casi il pubblico ministero ha promosso l’azione penale nei confronti di alcune donne che indossavano l’indumento in pubblico. La decisione faceva leva sull’articolo 5 della Legge 22 maggio 1975, n. 152, che punisce l’utilizzo di qualunque mezzo idoneo a rendere difficoltoso il riconoscimento della persona, senza che vi sia un giustificato motivo, in luoghi pubblici o aperti al pubblico, e alcuni tribunali hanno l’hanno ritenuta fondata.

Leggi anche: Cosa non si mangia durante il Ramadan? Ecco 8 cibi vietati per la religione musulmana

Che differenza c’è tra il burqa e il chador

Il Niqab non va confuso con altri abiti femminili della tradizione islamica. Il burqa copre completamente il corpo di chi lo indossa, compreso il viso. Infatti, l’indumento presenta solamente una retina all’altezza degli occhi, per permettere alle donne di vedere, ma è talmente fitta da rendere praticamente impossibile riconoscere il volto che nasconde.

Il burqa, generalmente nero o azzurro, viene usato in Afghanistan, dove i Talebani lo imposero per legge, e in alcune zone del Pakistan.

Il chador invece è un indumento usato dalle donne in Iran, solitamente solo per uscire di casa. Si tratta di un semicerchio in tessuto, solitamente nero o di colori scuri, che avvolge tutto il corpo, ma lascia scoperto il viso, a volte incorniciato anche da foulard caratteristici.

Redazione Trend-online.com
Redazione Trend-online.com
Di seguito gli articoli pubblicati dalla Redazione di Trend-online. Per conoscere i singoli autori visita la pagina Redazione Trend-online.com
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate