Il significato del termine oblio oncologico: un diritto che potrebbe diventare legge

Tutto sul diritto all'oblio oncologico: dal significato all'approvazione del testo della legge alla Camera dei Deputati.

Un medico

Il diritto all'oblio oncologico, con molta probabilità, diventerà legge anche in Italia. Sebbene sia un argomento, o meglio un diritto, molto chiacchierato, in tanti non conoscono il suo reale significato. Ecco dunque in cosa consiste il diritto all'oblio oncologico.

Il significato del termine oblio oncologico: dalla definizione all'importanza di tale diritto per i pazienti e gli ex pazienti oncologici

Quando si parla del significato del diritto all'oblio oncologico si deve andare oltre alla mera definizione giuridica o scientifica, piuttosto si deve ricercare il significato che tale diritto rappresenta per i pazienti oncologici o per tutti coloro che sono guariti dal cancro.

Partendo da una semplice definizione, possiamo dire che il diritto all'oblio oncologico, come si legge su My Personal Trainer, è un diritto per cui un ex malato di tumore non sarà tenuto a rivelare e comunicare informazioni sul proprio passato sanitario e vieterà, al datore di lavoro, a banche, assicurazioni e tribunali, di indagare sulla sfera privata del soggetto.

Quando si stipula un contratto di mutuo, una polizza assicurativa o anche un contratto di lavoro a tempo indeterminato, spesso ci si può ritrovare a dover rispondere ad alcune domande scomode quali: "Ha una neoplasia?", "In passato ha avuto una neoplasia?".

Purtroppo, una risposta affermativa a tali domande potrebbe influenzare in maniera negativa l'esito di un colloquio o la richiesta di un finanziamento o di una polizza assicurativa. Tale situazione risulta essere fortemente discriminatoria non solo per coloro che stanno combattendo una battaglia per sconfiggere un tumore, ma anche per tutti coloro che il tumore l'hanno già sconfitto e sono clinicamente guariti.

In quali Nazioni europee è legge: la situazione in Italia

Ad oggi sono ancora poche le Nazioni europee che hanno normato il diritto all'oblio oncologico, tra queste:

  • Francia;

  • Belgio;

  • Olanda;

  • Lussemburgo;

  • Portogallo.

Lentamente, grazie anche alla pressione dell'Unione Europea (UE), tante altre Nazioni comunitarie stanno discutendo una legge sull'oblio oncologico.

In Italia il diritto all'oblio oncologico, a breve, potrebbe diventare legge. Nella giornata di ieri, 3 agosto 2023, la Camera dei Deputati ha dato il via libera all'unanimità al testo relativo alla legge sul diritto all'oblio oncologico.

Il testo della norma adesso è nelle mani del Senato della Repubblica e bisognerà attendere la votazione a Palazzo Madama per poter affermare che il diritto all'oblio oncologico è ufficialmente legge.

Qualora il diritto all'oblio oncologico dovesse diventare legge, sarà il Garante per la protezione dei dati personali a dover vigilare sulla corretta applicazione delle nuove disposizioni.

Leggi anche: Tumori, dove curarsi? Online la mappa per i migliori centri