Dall’inizio dello scoppio della guerra in Ucraina sono cominciate a circolare delle voci in merito allo stato di salute di Vladimir Putin. Per i servizi segreti americani, ci sarebbero diversi segnali che potrebbero far pensare alla possibilità che il capo del Cremlino possa essere malato.

Purtroppo, però, non esiste alcuna prova a conferma di ciò, anzi. La versione ufficiale russa descrive le notizie come dicerie e false speranze dei nemici occidentali. Non ci sarebbe nessuna prova che confermerebbe la malattia di Putin.

Anche l’ultima voce, quella di un’imminente operazione per curare il cancro, è stata prontamente smentita. Secondo quest’ultima voce, in particolare, il capo del Cremlino doveva essere sottoposto ad un intervento chirurgico per la rimozione di un cancro, per il quale era già pronta la sala operatoria, l’equipe di medici e di infermieri ed il tutto doveva svolgersi in segreto presso una località non definita.

La stessa voce girava anche nei canali Telegram. Qui, venivano riportati in modo dettagliato anche i particolari dell’intervento. Si diceva, inoltre, che questo sarebbe stato effettuato da un giorno all’altro e nel cuore della notte, per destare, ovviamente, meno sospetti.

Le notizie, però, non sarebbero state confermate da nessun documento. Nemmeno le teorie su un possibile morbo di Parkinson o sulla leucemia galoppante sono state mai confermate, ma a sostegno di quest’ultima malattia vi sono le dichiarazioni fatte da alcuni giornalisti investigativi.

Putin e l'ipotesi di una leucemia galoppante

Questi, dopo aver seguito gli spostamenti del leader del Cremlino, hanno potuto dichiarare che spesso Putin viene accompagnato da ematologi e neurochirurghi. Inoltre, un quotidiano americano avrebbe ricevuto la registrazione di una conversazione tra un oligarca russo con alcuni ricchi imprenditori occidentali nel quale si sosteneva che lo zar russo fosse gravemente malato.

Nel corso delle ultime apparizioni in tv, in effetti, Putin non sembrava essere proprio in forma: l’aspetto provato, il viso gonfio e movimenti non proprio fluidi del corpo avevano portato gli esperti a pensare che il leader del Cremlino potesse essere malato.

Altri segnali sono apparsi il 9 maggio, quando Putin durante la sfilata della festa della Vittoria, si trovava seduto in tribuna centrale con sulle gambe una copertina, nonostante ci fossero solamente 9 gradi. Tuttavia, subito dopo, lo zar è sceso dalla tribuna per unirsi alla commemorazione dei soldati che parteciparono alla Seconda Guerra Mondiale per poi sfilare insieme Reggimento degli immortali.

In quella occasione teneva in mano anche la foto del padre. Un segnale che, però, confermerebbe il contrario, ossia che Putin è in realtà in salute.

Le fonti internazionali che confermerebbero le ipotesi

Ad ogni modo, ci sarebbero anche delle notizie provenienti da fonti internazionali che sosterrebbero che

Putin è gravemente malato a causa di un tumore al sangue

Inoltre, secondo la Stampa, ci sarebbero delle notizie confermate da “fonti informate” che Putin a causa di un malore avuto durante la notte sia stato portato in clinica, accompagnato dai suoi fedelissimi bodyguard. Poi, secondo il Fatto Quotidiano, 

Per sopperire all’assenza del numero uno russo, i funzionari del Fsb (i servizi segreti esteri) avrebbero predisposto una “copertura”, per almeno dieci giorni, con video preconfezionati di Putin al lavoro tra riunioni e firma di documenti e due sosia pronti a prendere parte, al suo posto, alle apparizioni pubbliche.

Insomma, alcune dichiarazioni porterebbero alla conferma della teoria, mentre altre la smentirebbero. Una vera e propria guerra agli indizi. Tuttavia, come già detto, non ci sarebbero delle conferme ufficiali, o per lo meno provate da documenti che attestino eventuali interventi o visite mediche effettuate dal leader del Cremlino.

Inizialmente, all’apertura dell’articolo, abbiamo parlato di un intervento che Putin avrebbe dovuto effettuare in questi giorni per la rimozione di un cancro. Ebbene, fatti confermerebbero che lo zar non ha subito alcun intervento durante queste ore.

La smentita arriva direttamente dalla partecipazione del leader russo alla riunione dell’Organizzazione per la sicurezza collettiva della quale fanno parte i leader dei paesi amici, come Bielorussia e Armenia. Non è possibile, quindi, che lo zar abbia partecipato alla riunione dopo aver subito un intervento di questa portata. 

Le fonti avevano anche ipotizzato la possibile sostituzione di Putin con uno dei suoi sosia (altra teoria non confermata), ma anche questa ipotesi è impossibile da mettere in pratica, soprattutto davanti ai leader degli altri paesi. Sarebbe impossibile mantenere un simile segreto.

Lo stato di salute di Putin compromette le sue decisioni

Ma le ipotesi sullo stato di salute di Putin non sono finite qui. Il cancro non sembra l’unica malattia attribuita a Putin. Diverse sono le fonti che confermerebbero la presenza del morbo di Parkinson o del morbo di Asperger.

Queste due malattie verrebbero confermate dalla camminata “alla cowboy” del leader del Cremlino, caratterizzato da un movimento anomalo delle braccia in avanti e indietro. Inoltre, molti pensano che Putin potrebbe avere “Un disturbo autistico che influisce su tutte le sue decisioni”.

Insomma, Putin non sarebbe lucido in questo momento. Tutte le sue decisioni sarebbero state influenzate dalla malattia che lo affliggerebbe. Questa teoria verrebbe confermata dal recente incontro con il ministro della difesa russo, Shoigu, durante il quale Putin si teneva al tavolo con la mano destra, come per sostenersi.

Peccato che sempre questa teoria sia stata smentita dalle altre immagini degli incontri precedenti con il ministro della difesa russo. La posizione assunta dal leader russo anche in quelle occasioni era la stessa de sempre: stessa postura, stesso movimento della gamba, stessa presa del tavolo con la mano destra.

Le dicerie sullo stato di salute di Putin, come fumo al vento

Ma nel corso del suo mandato, le voci su un suo possibile peggioramento dello stato di salute sono state sempre presenti e anche smentite nel corso degli anni. Come, ad esempio, quando accadde nel 2012 e nel 2015.

Fino a quando le notizie non saranno confermate rimarranno certamente fumo al vento. Anche il portavoce Peskov, in quelle occasioni, smentì le notizie sullo stato di salute definendole anche “decisamente esagerate”

Sono esagerate perché non hanno alcun fondamento. Come scrive, però, il Corriere della Sera il portavoce sembrava quasi certo che “Putin aveva subito un trauma alla schiena a seguito di una caduta da cavallo e che poi la cosa sia peggiorata con un infortunio sul campo da hockey.

Proprio a causa di quella brutta caduta Putin avrebbe subito un intervento e che sarebbe stato tenuto segreto ai media. Inoltre, per curarsi e stare meglio, Putin avrebbe anche utilizzato dei metodi medicali alternativi come impacchi di sangue di cerco che, secondo alcuni esperti, avrebbe degli effetti miracolosi.

Vampirismo a parte, anche queste notizie non sono state confermate e sembrano addirittura essere inquietanti, oltre che alimentare ancora di più quell’aura di mistero attorno alla figura di Vladimir Putin.

Ma da Sky News arriva un ulteriore notizia in merito alla malattia di Putin e al golpe già organizzato per sostituirlo. A dichiararlo, direttamente il capo dell’intelligence militare ucraina, il generale Kyrylo Budanov.

Sarà vero? Chi lo sa.