Il messaggio di cordoglio di Vladimir Putin per la morte di Silvio Berlusconi

Vladimir Putin è addolorato per la scomparsa di Silvio Berlusconi. Ecco le sue parole.

Silvio Berlusconi e Vladimir Putin

Silvio Berlusconi, per anni, è stato presidente del Consiglio dei Ministri in Italia e, durante la sua carriera politica ha giocato un ruolo fondamentale per il mondo intero il suo rapporto con il leader della Federazione Russa: Vladimir Putin. Oggi, dopo aver saputo della morte del Cavaliere, il presidente russo ha voluto ricordare con queste parole il suo storico alleato ed amico.

Il messaggio di cordoglio di Vladimir Putin per la morte di Silvio Berlusconi

Il rapporto tra Putin e Berlusconi è sempre stato molto chiacchierato in quanto andava anche oltre la politica. Dalle cene ad Arcore e in Sardegna alle visite a Mosca, tra i due leader è sempre scorso buon sangue. Tra il cordoglio degli altri capi di Stato, nonostante i rapporti tra l'Italia e la Russa siano freddi dal mese di febbraio 2022, anche Vladimir Putin ha voluto salutare così Silvio Berlusconi:

"Per me Berlusconi era una persona cara, un vero amico, e sono sinceramente ammirato dalla sua saggezza e capacità di prendere decisioni. Sarà ricordato in Russia come costante e principale sostenitore del rafforzamento dei rapporti amichevoli fra i nostri Paesi".

Il presidente della Federazione Russa ha anche aggiunto:

"Diceva sempre quello che pensava. Era un politico di livello globale e ora ci sono poche persone del genere nell'arena internazionale. Si tratta di una grande perdita non solo per l'Italia, ma anche per la politica mondiale".

Il rapporto di amicizia tra Berlusconi e Putin

L'amicizia tra Berlusconi e Putin è nata nel 2001 ed ha aperto una nuova era nei rapporti tra l'Occidente e la Russia. I due si sono sempre definiti amici e spesso si sono concessi fughe in Italia e Russia con la ex mogli, i figli o anche da soli in visite istituzionali. 

Tra regali e pubbliche dichiarazioni d'affetto i due leader carismatici non hanno mai nascosto al mondo la loro amicizia, nonostante le ostilità di molti Stati.

Nel corso della loro amicizia ventennale, Berlusconi e Putin hanno condiviso momenti allegri in Sardegna, a San Pietroburgo, Mosca e Sochi. I primi due anni, nel 2002 e nel 2003, Putin è stato ospite a Villa Certosa per cene eleganti e spettacolo organizzate dal Cavaliere.

Hanno fatto vacanze in barca con ex mogli e figli ed hanno visto insieme i fuochi d'artificio. Berlusconi invece è stato ospite nelle lussuose residenze del leader russo dove ha giocato ad Hockey ed si è fatto immortalare mentre lui e Putin giocavano con Dudù, la cagnolina tanto cara al Cavaliere.

I due leader si sono spesso scambiati anche dei regali, tra questi si ricordano sicuramente le bottiglie di Lambrusco e la Vodka, che hanno rischiato di mettere in cattiva luce l'Italia agli occhi dell'Europa in quanto si stava già combattendo la guerra in Ucraina.

Ma il regalo più curioso è quello che Berlusconi ha fatto anni fa a Putin: un copriletto con la stampa di loro due che si stringono la mano.