Sciopero 11 aprile 2024: quali trasporti sono a rischio, orari e fasce di garanzia

Sciopero 11 aprile: gli orari dei possibili disagi per chi intende spostarsi per mezzo del trasporto pubblico e privato.

Gli orari dello sciopero dell’11 aprile proclamato da Cgil e Uil per tutti i settori privati, anche in appalto e strumentali. Oltre al settore edile, che sciopererà per otto ore, come sempre si prevedono disagi in quello dei trasporti: cosa sappiamo finora sulle modalità dell’agitazione nazionale alla quale seguiranno due manifestazioni a Roma e Napoli.

Gli orari dello sciopero dell’11 aprile 2024

Come già annunciato il mese scorso, Cgil e Uil hanno proclamato per l’11 aprile uno sciopero generale e nazionale che riguarderà tutti i settori privati, anche in appalto e strumentali.

In generale i due sindacati chiedono al governo politiche e interventi in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, un cambiamento della delega fiscale e una diversa riforma per un fisco “giusto ed equo”.

La dichiarazione di Maurizio Landini

“Uno sciopero di 4 ore per dire basta ai morti sul lavoro e per una riforma fiscale vera che riduca le tasse lavoratori dipendenti e pensionati e tassi invece le rendite e combatta l’evasione” spiega il leader della Cgil Maurizio Landini. Secondo il quale, la soluzione è quella di ” tassare quelli che oggi le tasse non le pagano, la rendita finanziaria e immobiliare è tassata meno del lavoro dipendenti e dei pensionati, dagli extraprofitti delle banche non hanno preso un euro ed anzi addirittura siamo ai dividendi, con il paradosso che gli utili e i dividendi vanno all’estero”.

L’agitazione sindacale, interesserà particolarmente il settore edile con uno sciopero di otto ore (quindi il doppio rispetto alle quattro ore previste negli altri settori).

Lo sciopero dell’11 aprile nel settore dei trasporti

Per quanto riguarda il comparto dei trasporti, da quanto pubblicato sul calendario del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, risulta che l’agitazione sindacale sarà plurisettoriale e durerà 4 ore.

In particolare:

  • Il trasporto ferroviario si potrà fermare dalle 9.01 alle 13;

  • Il trasporto marittimo si ferma nelle prime 4 ore del turno:

  • Il personale Anas che aderirà allo sciopero incrocerà le braccia nelle ultime 4 ore del turno.

Il trasporto pubblico locale

Per quanto riguarda il trasporto pubblico locale – autobus, tram e metropolitane – non sappiamo molto di più: come anticipato durerà quattro ore e seguirà modalità diverse che cambierà da città a città. I lavoratori del trasporto pubblico locale hanno infatti l’opzione di aderire allo sciopero con orario che dovrebbe essere dalle 17:00 alle 21:00 (al momento solo un’ipotesi in attesa di conferma ufficiale). Occorre quindi attendere accora qualche giorno per poter sapere di più attraverso gli avvisi condivisi dalle varie aziende di trasporto pubblico a livello territoriale.

Il trasporto aereo

La Commissione di garanzia sugli scioperi ha invitato Cgil e Uil ad escludere dallo sciopero nazionale il trasporto aereo, il personale di cooperative sociali, società e associazioni dei settori socio-sanitari-assistenziali-educativi e di alcune aziende di trasporto pubblico locale in quanto deve essere rispettato un intervallo minimo di 10 giorni tra gli scioperi già proclamati nello stesso settore.

Leggi anche: Scioperi, perché sono sempre di venerdì, ecco cosa c’è dietro la scelta

Le manifestazioni e i quesiti referendari

Allo sciopero dell’11 aprile seguiranno due manifestazioni, una a Roma e una a Napoli: la prima con un focus sulla questione della sicurezza nel lavoro e la seconda come protesta sull’autonomia differenziata. Inoltre, la Cgil si sta muovendo per quattro quesiti referendari in materia di tutela contro i licenziamenti illegittimi, per il superamento della precarietà e la sicurezza nel lavoro in appalto. In questo caso senza la Uil che ne condivide le questioni sostanziali ma non la forma del quesito referendario.

Vera Monti
Vera Monti
Giornalista pubblicista e precedentemente vice- presidente di un circolo culturale, scrivo di arte e politica - le mie grandi passioni - su varie testate online cercando sempre di trattare ogni argomento in tutte le sue sfaccettature. Ho intervistato vari personaggi della scena artistica nazionale e per Trend online mi occupo principalmente di politica ed economia
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
769FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate