Sciopero benzinai: dove fare rifornimento? Ecco l'elenco completo dei distributori aperti

Al via lo sciopero dei benzinai: dove posso fare rifornimento? Ecco un elenco completo dei distributori che resteranno aperti.

sciopero benzina distributori aperti

Al via lo sciopero dei benzinai dalle ore 19 del 24 gennaio alle ore 19 del 26 gennaio: dove posso fare rifornimento?

Non c'è da preoccuparsi, in quanto nonostante le mobilitazioni e le chiusure, ci saranno dei punti vendita presso i quali gli automobilisti potranno rifornirsi di benzina, diesel, metano o GPL. Dove si trovano?

Cerchiamo ci capire come si possono trovare i distributori aperti nelle giornate di sciopero e vediamo un elenco completo dei punti vendita dove si potrà effettuare il rifornimento con regolarità nonostante lo sciopero.

Sciopero dei benzinai: quali distributori restano aperti?

Il Ministro Adolfo Urso aveva invitato i titolari dei punti di rifornimento a revocare lo sciopero per non apportare danni ai consumatori, ma la richiesta non ha ottenuto alcun riscontro. Lo sciopero dei benzinai è confermato.

Con una nota congiunta, i presidenti di Faib, Fegica e Figisc/Anisa hanno chiesto l’intervento diretto di Palazzo Chigi replicando chiaramente alle parole del ministro:

Lo stop era ed è confermato e le dichiarazioni del ministro sono l’ennesima dimostrazione della confusione in cui si muove il governo in questa vicenda.

Dunque lo sciopero dei benzinai ci sarà, ma quali sono gli orari di stop?

Per quanto riguarda la rete urbana, i distributori resteranno chiusi dalle ore 19 di martedì 24 gennaio fino alle ore 19 del 26 gennaio. Sulla rete autostradale, invece, lo sciopero inizia alle ore 22 del 24 gennaio e termina alle ore 22 del 26 gennaio.

48 ore di sciopero dei benzinai, ma non ci sarà il rischio di rimanere a secco: ci sono dei punti vendita che resteranno aperti nonostante le mobilitazioni: quali distributori restano aperti e dove si trovano?

Sciopero dei benzinai: quali sono i distributori aperti sulle strade urbane?

I sindacati che hanno confermato lo sciopero dei benzinai - Faib, Fegica e Figisc/Anisa - hanno voluto precisare che in qualsiasi caso verranno garantiti i servizi minimi necessari. Dunque nonostante le mobilitazioni, non c'è il rischio di rimanere a piedi, ma anzi si potrà fare rifornimento presso i pochi distributori che resteranno aperti sia sulla rete urbana sia sulle autostrade.

L'elenco completo dei distributori aperti anche nelle giornate di sciopero - che ricordiamo riguarda sia le modalità servito, sia le pompe self service - è disponibile sul sito web della Conferenza delle Regioni.

  • Ma quali sono, quindi, i distributori aperti sulle strade urbane e come trovarli?

Dovranno essere garantiti i servizi minimi essenziali: ciò significa che nelle strade urbane ed extraurbane dovranno rimanere attivi almeno il 50% dei distributori presenti sul totale e aperti nei giorni festivi, mentre sulle autostrade viene garantito un distributore aperto ogni 100 km.

Generalmente, a rimanere aperti sulla rete urbana saranno i distributori gestiti direttamente dalle compagnie petrolifere (circa il 10% del totale). A questi si aggiunge un ulteriori 10% di distributori che resteranno aperti e che - probabilmente- verranno scelti su base provinciale.

Ci sono poi dei punti di rifornimento autonomi - gestiti per esempio da Angac e Asnali - che non aderiranno allo sciopero e dunque resteranno aperti.

Sciopero benzina: l'elenco dei distributori aperti sulle autostrade

Per quanto riguarda, invece, l'elenco dei distributori aperti nelle giornate di sciopero sulla rete autostradale, l'elenco è piuttosto lungo. Saranno garantite le aperture di 175 distributori su un totale di 477 sull'intera rete autostradale nazionale. 

In Emilia Romagna, per esempio resteranno aperti i seguenti distributori:

  • A1 - Arda est e ovest; Cantagallo est e ovest;

  • A13 - Castel Bentivoglio est e ovest;

  • A14 La Piopppa ovest, Santerno ovest, Montefeltro ovest, Bevano ovest, Sillaro est, Medesano ovest, Tugo est, Campogalliano est.

Nella città di Roma, invece, resteranno aperti:

  • A1 da Milano a Napoli Prenestina Ovest (Km 566);

  • Salaria Ovest (Km 21);

  • A1 da Napoli a Milano La Macchia Est (Km 611);

  • A1 da Napoli a Milano Flaminia Est (Km 509);

  • Frascati Est (Km 14);

  • A12 (Civitav-Roma) da Genova a Roma Tolfa ovest (Km 59);

  • A12 (Civitav-Roma) da Roma a Genova Tolfa est (Km 58);

  • A24 Teramo - L'Aquila - Roma Civita nord (Km 48);

  • GRA ROMA Casilina interna (Km 17);

  • GRA ROMA Casilina esterna (Km 17).

In Trentino Alto Adige resteranno aperti gli impianti sulla A22 di Nogaredo ovest e Paganella est.

In Toscana, invece, saranno aperti nonostante lo sciopero:

  • A1, direzione Milano-Napoli (Bisenzio-Ovest, km 280, Badia al Pino Ovest, km 362);

  • A1, direzione Napoli-Milano (Montepulciano Est, km 395; Arno Est, km 321; Firenze Nord, km 280);

  • A11, direzione Firenze-Pisa (Peretola Nord, km 2);

  • A11, direzione Pisa-Firenze (Migliarino Sud, km 79);

  • A12, direzione Genova-Roma (Castagnolo Ovest, km 164);

  • A12, direzione Roma-Genova (Fine Est, km 200);

  • A15, direzione Parma-La Spezia (San Benedetto Ovest, km 80).

Sciopero dei benzina: quanto costa fare rifornimento?

Nel frattempo i prezzi di benzina e diesel non sembrano rallentare la loro corsa: quando costa ad oggi fare rifornimento?

Stando ai dati aggiornati domenica 22 gennaio alle 8 del mattino, il prezzo medio della benzina in modalità self service è di 1,828 euro al litro, mentre quello del diesel a 1,89 euro al litro. In modalità servito entrambi salgono oltre i 2 euro al litro.