Sondaggi politici, cala ancora Fratelli d'Italia e non va meglio il centrosinistra

I risultati dei sondaggi politici: cala Fratelli d'Italia. Male anche PD, M5S e Lega.

Meloni, Schlein, Conte e Salvini

Negli ultimi sondaggi politici, realizzati da Swg per La7, cala ancora di più Fratelli d'Italia. Non vanno meglio, però, gli altri partiti, soprattutto quelli dell'opposizione. Il PD e il M5S non stanno approfittando abbastanza del crollo dei partiti afferenti all'ala di centrodestra.

Sondaggi politici, cala Fratelli d'Italia: male anche il PD e il M5S

Iniziamo da Fratelli d'Italia (FdI). Il partito al governo e guidato da Giorgia Meloni ha perso, rispetto alla scorsa settimana, lo 0,2% nelle intenzioni di voto degli italiani. FdI Non riesce ad aggiungere il segno più da settimane, ma resta saldamente in testa alla classifica dimostrando di non avere rivali. Il principale partito italiano, attualmente, è al 27,9% nelle intenzioni di voto.

Molto male anche il Partito Democratico (PD). I dem hanno perso lo 0,3% nelle intenzioni di voto rispetto alla scorsa settimana. Attualmente sono il secondo partito in classifica con il 19,7% di preferenze. Sebbene il PD si stia avvicinando lentamente a FdI, il distacco è ancora significativo, almeno in vista delle europee 2024.

Cala anche il Movimento 5 Stelle (M5S). Il partito guidato da Giuseppe Conte resta comunque al terzo posto nella classifica delle intenzioni di voto nonostante abbia perso lo 0,2% rispetto alla scorsa settimana. I pentastellati vantano il 15,7% di preferenze e sono molto vicini ai dem. Il sorpasso potrebbe essere molto probabile e non sorprenderebbe gli elettori.

Lega, Forza Italia, Azione e Verdi/Sinistra Italiana

Nell'ala del centrodestra crolla anche la Lega di Matteo Salvini. Il Carroccio ha perso lo 0,2% di preferenze rispetto alla scorsa settimana ed oggi si trova in quarta posizione all'8,3%.

L'unico partito del centrodestra che non ha subito un calo, ma non ha comunque guadagnato punti, è Forza Italia. Gli azzurri restano fermi al 7,3% e si stanno avvicinando ai loro colleghi di partito, ma comunque rivali alle elezioni, della Lega.

Azione, partito guidato da Carlo Calenda, resta sempre al 4,3% dal momento che non ha né guadagno né perso consensi. Il distacco con gli altri partiti, però, è ancora molto ampio.

Va molto meglio la coalizione Verdi/Sinistra Italiana, che ha guadagnato lo 0,2% rispetto alla scorsa settimana e ad oggi si trova al 4,2% di preferenze nelle intenzioni di voto degli italiani.

Gli altri partiti

Tra i partiti cosiddetti minori, che non arrivano al 3% o lo superano di poco, troviamo Italia Viva. I renziani mantengono il 3,1% nelle intenzioni di voto e non perdono ne guadagnano consensi.

Bene +Europa che sale dello 0,1% rispetto alla scorsa settimana e raggiunge il 2,4% nelle intenzioni di voto degli italiani.

In aumento anche Italexit, Unione Popolare e Democrazia sovrana e popolare. Il primo partito ha registrato un +0,1% arrivando all'1,7%. Il secondo partito segna +0,2% e raggiunge l'1,5%. Il terzo partito, invece, è a quota 1,1% grazie al +0,3% registrato nell'ultima settimana.

Cala invece il partito Sud chiama Nord che perde lo 0,1% nelle intenzioni di voto e scende all'1,1%.

Leggi anche: Lo scandalo dell'immagine capovolta: il Presidente del Museo di Ostuni sotto accusa