Chiara Tramontano: chi è la sorella di Giulia che ha testimoniato contro Impagnatiello

La sua testimonianza in tribunale contro Impagnatiello è stata fondamentale. Stiamo parlando di Chiara Tramontano, sorella di Giulia: ecco chi è.

Chi è la sorella di Giulia Tramontano? Il suo nome è Chiara e subito dopo l’omicidio della sorella, a cui era molto legata, ha sempre chiesto a gran voce giustizia, battendosi in prima linea, in un’aula di tribunale contro l’assassino di Giulia: Alessandro Impagnatiello.

Chi è Chiara Tramontano, sorella di Giulia: età, studi, rapporto con la sorella

Chiara Tramontano, classe 1996, è nata e cresciuta in Campania così come la sorella Giulia. Non sappiamo se ha già compiuto 28 anni perché non è nota la sua data di nascita.

Dopo aver frequentato il liceo Liceo Classico F. Durante nella città di Frattamaggiore, si è iscritta all’Università degli Studi di Napoli Federico II dove ha conseguito la laurea triennale, con il massimo dei voti, in Biotecnologie. Chiara Tramontano ha continuato con la carriera accademica conseguendo prima la laurea magistrale, poi un Dottorato di ricerca. Come si può leggere sul suo profilo Linkedin, durante l’attività di dottorato ha studiato anche nelle seguenti città: Helsinki (Finalndia) ed Eindhoven (Olanda).

Osservando i suoi profili social, in particolare Facebook e Instagram (@claireoncam_), Giulia Tramontano è presente in moltissimi scatti della sorella Chiara e si può intuire che il legame tra le due ragazze andasse oltre un semplice legame tra sorelle. Le due giovani giovani erano infatti molto affiatate e oltre ad essere sorelle erano anche amiche.

La testimonianza di Chiara Tramontano durante il processo ad Impagnatiello

Chiara Tramontano ha vissuto il dramma dell’omicidio della sorella commesso da Alessandro Impagnatiello. La giovane ragazza campana è stata la prima persona a condividere appelli sui social per cercare Giulia dopo la sua scomparsa avvenuta il 27 maggio 2023.

Dopo il ritrovamento del corpo di Giulia la vita della famiglia Tramontano è completamente cambiata. Oggi Chiara sta combattendo in prima persone per ottenere giustizia per la morte di Giulia e del bimbo che portava in grembo: Thiago.

Ieri, 21 marzo 2024, la testimonianza di Chiara Tramontano durante un’udienza del processo ad Impagnatiello è stata fondamentale per chiarire alcuni retroscena che hanno preceduto l’omicidio, ma allo stesso tempo è stata anche scioccante.

Chiara Tramontano ha raccontato della scoperta del tradimento di Impagnatiello e delle sensazioni che provava la sorella mentre il suo killer la stava avvelenando. Durante la testimonianza non ha mai pronunciato il nome di Alessandro Impagnatiello ma si è riferita a lui utilizzando il termine “l’imputato“.

Chiara Tramontano contro Impagnatiello

Quella di ieri non è stata la prima volta in tribunale per Chiara Tramontano che in precedenza aveva risposto così alle scuse di Impagnatiello:

Puoi chiedere scusa se per errore hai urtato lo specchietto della mia auto. Non puoi chiedere scusa se hai avvelenato e ucciso mia sorella e mio nipote, prendendoci in giro e deridendone la sua figura.

Poi aggiunse:

Non hai diritto a pronunciare, invocare o pensare a Giulia e Thiago dopo averli uccisi barbaramente. Meriti di svegliarti ogni giorno in galera ripensando a ciò che hai fatto e provando ribrezzo per te stesso.

Felice Emmanuele Paolo de Chiara
Felice Emmanuele Paolo de Chiara
Redattore, classe 1994. Sono nato a Napoli ma ho vissuto un po’ in Toscana dove mi sono laureato in Scienze politiche e relazioni internazionali presso l’Università degli Studi di Siena e un po’ a Milano dove mi sono specializzato in Cooperazione Internazionale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Sono appassionato di politica, attualità, sport (grande tifoso del Napoli), cinema e libri. Nel tempo libero mi dedico alla scrittura di racconti e quando ho tempo viaggio.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate