Una forte scossa di terremoto ha colpito questo pomeriggio in provincia di Genova. Il sisma è stato avvertito in maniera netta e chiara dalla popolazione che si è riversata in strada, visibilmente allarmata. 

Il terremoto si è verificato intorno alle 15.39 di questo pomeriggio.

L'Ingv ha localizzato l'epicentro a Bargagli stimando inizialmente una magnitudo compresa tra i 3.9 e i 4.4 e accertata poi a 4.1

Secondo quanto comunicato dalla Regione Liguria, a seguito di una prima verifica effettuata dalla sala di controllo della Protezione Civile, non si registrano fortunatamente al momento né danni né vittime o feriti gravi

Il siama è stata distintamente avvertito anche nei centri limitrofi come, appunto, Genova ma anche Davagna, Lumarzo, Pieve Ligure, Sori e molte altre. La forte scossa è stata inoltre sentita anche in Toscana, in Emilia Romagna e persino in alcune zone di Milano.

A Genova, si sono riversate in strada migliaia di persone e il centralino dei Vigili del Fuoco è stato preso d'assalto. Si sono contate circa 146 telefonate ai centralini del 112 e del 118 tra le 15.39 e le 16.

Circolazione ferroviaria sospesa in via precauzionale

In via precauzionale sono state evacuate alcune scuole materne così come la circolazione ferroviaria è stata sospesa nel tratto tra Brignole a Santa Margherita Ligure al fine di effettuare le dovute verifiche delle infrastrutture. 

La sala operativa della Protezione Civile sta procedendo con tutte le verifiche necessarie, mantenendosi in costante contatto con il Dipartimento Nazionale come dichiarato anche dal governatore della regione, Giovanni Toti che rassicura gli abitanti circa l'attuale situazione: 

La sala operativa della Protezione civile regionale sta facendo tutte le verifiche del caso ed è in contatto con il Dipartimento nazionale. Da un primissimo monitoraggio non risultano danni a edifici e persone. Sono comunque in corso tutti i contatti per gli approfondimenti e vi aggiorneremo in tempo reale.