Complice anche la frenata del Ftse Mib, che dopo una mattinata in positivo ha cambiato direzione di marcia, scendendo in territorio negativo, è fallito il tentativo di allungo compiuto da A2A.

A2A inverte la rotta dopo un avvio positivo

Il titolo, dopo aver guadagnato circa mezzo punto percentuale venerdì scorso, ha provato a salire oggi per la terza seduta di fila, salvo invertire la rotta e scendere poco sotto la parità.

Negli ultimi minuti A2A viene scambiato a 1,2025 euro, sui minimi intraday, con un calo dello 0,62% e circa 3 milioni di azioni trattate fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a quasi 16 milioni di pezzi.

A2A: rumor su piano aggregazione AIM Vicenza e Agam Verona

A2A resta sotto i riflettori sulla scia di alcune indiscrezioni, riportate in particolare da Quotidiano Energia, secondo cui il piano di aggregazione fra AIM Vicenza e Agam Verona dovrebbe essere presentato alle forze politiche questa settimana.

Dovrebbero essere comunicati gli assets che saranno conferiti nella nuova società e la quota di A2A è attesa intorno al 30%-35%.

Sulla governance i tempi sarebbero più lunghi, ma A2A dovrebbe nominare il CEO della società per i primi 3 anni.
Il progetto dovrà poi essere approvato dai CDA delle società e soprattutto dai Consigli Comunali.

Quest’ultimo passaggio si è rilevato in precedenti operazioni di aggregazioni fra local utilities essere il più difficile.

A2A: Equita SIM commenta l'operazione

Per gli analisti di Equita SIM si tratterebbe di una operazione strategicamente positiva per A2A, creando un operatore di dimensioni significative in Veneto e con l’obiettivo di aggregare altre realtà locali, fra le quali Ascopiave.

Vicenza e Verona hanno una base clienti di circa 0,7 milioni, contro i 2,7 milioni di A2A, dei quali però 1,4 milioni a maggior tutela, ed un EBITDA aggregato di circa 160 milioni, il 13%-14% di A2A.

La SIM milanese ricorda che le operazioni utilities locali storicamente hanno generato sinergie per circa il 10-15% dell’EBITDA.

In attesa di novità gli analisti di Equita SIM mantengono una view bullish su A2A, con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 1,75 euro, valore che offre un potenziale i upside di circa il 45% rispetto alle quotazioni correnti di Borsa.

A2A: Kepler Cheuvreux dice buy. Appeal dividendo

A scommettere sul titolo è anche Kepler Cheuvreux che la settimana scorsa ha reiterato il rating "buy", pur rivedendo al ribasso il target price da 1,7 a 1,6 euro.

Una mossa che riflette una rivisitazione delle stime sull'eps, tagliate del 9% per quest'anno, ricordando però che il rendimento del dividendo 2019 è superiore al 6%.