E' passato un mese in Italia dal lockdown, ma delle risorse stanziate dal Governo con il Cura Italia, per un totale di 25 miliardi di euro, non è arrivato ancora un euro ai lavoratori autonomi ed ai cassintegrati. Questo è quanto tra l'altro, a SpecialeTg5, ha dichiarato il Presidente dei deputati di Forza Italia Renato Brunetta.

Bonus 600 euro per i lavoratori autonomi, #INPSdown spopola su Twitter

In effetti qualche problema burocratico c'è visto che, nel giorno del via libera al bonus 600 euro per i lavoratori autonomi, con richiesta online, su Twitter attualmente uno degli hashtag di tendenza è #INPSDown. Così come la cassa integrazione marzo 2020 ai lavoratori dovrebbe arrivare sul conto corrente solo dopo la Pasqua 2020.

Tasse sospese fino al 31 maggio del 2020

In ogni caso, come riporta il sito gds.it, oltre alla cassa integrazione per 9 settimane, ed al bonus 600 euro per le partite Iva, nel decreto Cura Italia ci sono pure tanti altri aiuti alle famiglie ed alle imprese, e tra questi la sospensione del pagamento di tasse, contributi Inps e premi Inail fino al 31 maggio del 2020.

E pure l'Agenzia delle Entrate resta a casa

Pure l'Agenzia delle Entrate, tra l'altro, in questo momento resta a casa visto che, sempre fino al 31 maggio del 2020, sono sospesi i controlli e gli accertamenti fiscali, e lo stesso dicasi pure per le attività di riscossione e di contenzioso.

Per la casa c'è inoltre la sospensione del mutuo

Tra le misure ai tempi del coronavirus, inoltre, ricordiamo che chi ha un mutuo per la prima casa in corso di ammortamento può chiedere la sospensione del pagamento delle rate. Nel rispetto di specifici requisiti, possono chiedere la moratoria mutui prima casa pure i lavoratori autonomi ed i liberi professionisti in accordo con quanto è stato riportato dal sito de IlSole24Ore.