Al via la correzione delle Borse. Dagli analisti arriva un invito alla cautela

I listini sono tornati a fare i conti con le vendite, che potrebbero anche proseguire nel breve, anche se alcuni esperti vedono ancora spazi di manovra al rialzo. I titoli e i temi da seguire.

La settimana iniziata ieri non ha portato nulla di buono sui mercati azionari internazionali che in queste due prime giornate hanno dovuto fare i conti con il ritorno delle vendite. Già da diverse giornate diversi analisti e operatori di mercato avevano prospettato la possibilità di una correzione, dopo il forte rally messo a segno da marzo, senza soluzione di continuità. Uno storno che si è fatto attendere ma che per alcuni versi è stato preannunciato non solo dal mancato superamento dei recenti massimi di periodo, ma anche dalla lunga fase laterale cui abbiamo assistito nelle ultime giornate. Ed è probabile che la correzione abbia preso il via proprio a partire dalla seduta di ieri, con una conferma quest’oggi non solo per le piazze asiatiche ma anche per i listini europei e americani. A questo punto bisognerà cercare di capire dove il ribasso potrà fermarsi, fermo restando che gli indici non dovrebbero allontanarsi di molto dai livelli attuali.Secondo quanto suggerito da Giorgio Mascherone, Responsabile Investimenti per Deutsche Bank Italia, è bene ora assumere un atteggiamento prudente nei confronti dei mercati azionari, focalizzando l’attenzione sulle aree geografiche a più elevata crescita e puntando soprattutto sui settori più difensivi. A commentare il recente andamento dei mercati sono stati anche gli analisti di Pictet Funds i quali osservano che oltre al recupero del sentiment, nella dinamica dei prezzi è ormai implicita la convinzione che la ripresa economica sia imminente e possa anche essere robusta. Le performance delle Borse sono state così violente da spiazzare anche gli operatori più esperti e anche per ciò c’è motivo di credere che buona parte degli investitori non abbia partecipato al rally, motivo per cui si può sperare in una sua prosecuzione nel breve.