L'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea è una delle principali cause che sta facendo agitare i tanti europei ed italiani che vivono nel paese, specialmente a Londra.

Alcuni ministri inglesi hanno cercato di rassicurare che non ci sia alcun pericolo per i lavoratori e studenti italiani a rimanere nel paese; invece, si sta assistendo ad un numero sempre maggiore di giovani che preferisce studiare o lavorare, non più a Londra, ma in un'altra grande città europea, come Dublino, Parigi o Amsterdam, città totalmente tranquille e sicure.

Gli studenti italiani via da Londra, per colpa della Brexit?

Fino a pochi anni fa, la maggior parte degli studenti italiani, preferiva Londra come meta dove poter studiare, perfezionarsi e in seguito restare in città per trovare un lavoro sicuro, e dal punto di vista professionale, anche ben pagato.

Alcune statistiche confermano che il paese, negli ultimi anni, ha accolto migliaia di giovani studenti, circa 15.000 mila studenti e che il numero delle istanze sia aumentato più della metà negli ultimi 3 anni.

Ma, in poco tempo, dopo un referendum, il popolo inglese ha deciso di lasciare l'Unione Europea e la Brexit, questo il nome del referendum, ha fatto preoccupare non solo studenti e lavoratori, ma anche grandi aziende, associazioni, istituti di credito, e importanti organizzazioni.

Di conseguenze, verso il 2018, si è assistito ad un calo degli studenti italiani di circa del 6-10%, iscritti a diverse importanti università inglesi.

La Brexit, sta incidendo molto sul percorso di studi dei giovani europei, che da sempre Londra e altre grandi città inglesi hanno accolto.