Da una parte ci sono le compagnie assicurative: in questo periodo, grazie al blocco totale della circolazione, incassano il denaro provenienti dalle quote dell'assicurazione auto e moto senza alcuna spesa. Non si circola, e quindi non ci sono incidenti. Dall’altra, milioni di italiani costretti a tenere parcheggiate moto e autovetture dall’8 marzo scorso almeno fino al 3 maggio.

il Codacons calcola che gli automobilisti stiano perdendo circa 33,6 euro di assicurazione auto al mese, per un danno economico complessivo, per l’intera categoria, che raggiunge 1,3 miliardi di euro ogni 30 giorni. Un vero e proprio salasso.

Assicurazione auto, un italiano su 5 non la rinnova

Inoltre, un italiano su cinque avrebbe già deciso di non rinnovare la propria assicurazione auto, secondo un'indagine realizzata da segugio.it. Una scelta a metà tra la disperazione e il rischio. Evidentemente molti cittadini non possono permettersi una spesa media tra i 400 e i 500 euro senza la garanzia di poter utilizzare la propria autovettura.

Ma un veicolo su suolo pubblico privo di assicurazione auto può determinare multe salate, e in alcuni casi anche il sequestro del veicolo.

Ecco perché governo e compagnie assicurative stanno studiando misure per che vadano incontro agli automobilisti e motociclisti più in difficoltà: sospensione dell’assicurazione auto, ma anche sconti e rimborsi. Non tutti però potranno approfittarne.

Assicurazione auto, sospensione fino al 31 luglio

Il Senato ha già detto sì. Adesso tocca nuovamente alla Camera, che dovrà dare il via libera definitivo in seconda lettura.

Si tratta di una misura inserita nel maxiemendamento nel percorso di modifica e conversione del Decreto Cura Italia che dà la possibilità di sospendere fino al 31 luglio l’assicurazione auto e moto in corso di validità.

Il sito Facile.it ha calcolato un risparmio che si aggira tra i 40 e i 150 euro (su una media di 498 euro all'anno di polizza).

A godere di questo privilegio però saranno soltanto coloro i quali dispongono di un box o di un parcheggio situato in un’area privata.

Il veicolo per cui verrà sospesa l'assicurazione auto infatti non solo non può circolare, ma nemmeno stazionare su strada pubblica. Le multe per i trasgressori potrebbero superare i tremila euro e c'è il rischio concreto che il mezzo venga sequestrato. Inoltre, occhio ai costi di riattivazione, che potrebbero arrivare fino a 25 euro in base al contratto firmato con l'assicurazione auto in questione: in questo senso si consiglia di leggere attentamente le condizioni previste dalla propria polizza.

Sospensione assicurazione auto, quanto si risparmia

Non sono ancora state pubblicate le modalità, quindi occorrerà ancora un po’ di pazienza prima di avviare le richieste. Come detto, il risparmio oscillerebbe tra i 40 e i 150 euro, dipende dalla durata della sospensione, che dovrebbe andare da un minimo di un mese a un massimo di tre, e dal costo dell'assicurazione auto: facile.it ha calcolato 500 euro all’anno. Tuttavia il risparmio potrebbe anche essere minore, se si considera che il Codacons, ad esempio, valuta 404 euro all’anno di assicurazione auto. 

Assicurazione auto, le proposte di Asaps e Codacons

L’altra formula in fase di valutazione è quello di uno sconto al prossimo rinnovo dell'assicurazione auto.

In sostanza è una sorta di "paghi 11 mesi e sei assicurato per 12". Trenta giorni omaggio (nonostante lo stop forzato sia, al momento, almeno di due mesi: 8 marzo - 3 maggio).

Alcune società hanno già accolto la proposta di Asaps, associazione sostenitori polstrada, che ha chiesto l’intervento del Parlamento. Ma in questa direzione si è mosso anche il Codacons. Che, con un'istanza al Consiglio dei Ministri e al Ministero dello Sviluppo Economico, ha richiesto un rimborso per gli automobilisti accompagnato da una lettera di fuoco: “Le compagnie di assicurazioni si stanno arricchendo ingiustamente: incamerano profitti nonostante la circolazione stradale sia bloccata da settimane a fronte di un forte danno economico per gli automobilisti che pagano l’assicurazione auto senza poter utilizzare la propria vettura”.

Tra le misure richieste, un rimborso parziale del costo sostenuto, anche attraverso sconti sui successivi rinnovi” del valore di due mensilità: marzo e aprile.

Unipolsai vola in borsa: ecco perché

Ad anticipare tutti è stata Unipolsai. I dieci milioni di possessori di assicurazione auto e moto con la compagnia legata alla banca Unipol possono giù beneficiare di 30 giorni di rimborso.

Già a partire dal 10 aprile è possibile infatti chiedere un voucher sul sito ufficiale di Unipolsai da utilizzare al momento del rinnovo.

Il valore, ovviamente, varia in base all'importo pagato e al tipo di assicurazione auto concordato dal cliente con la compagnia: il minimo dovrebbe corrispondere a 20 euro. Un'operazione che fa volare Unipolsai anche in borsa: +0,94% dopo tre ore di contrattazioni, con un massimo di 2,374, mai così in alto dal 27 febbraio scorso.

Assicurazioni per auto nuove, azzerato il mercato in Val d'Aosta

Intanto, il mercato delle assicurazioni per auto nuove a marzo è letteralmente crollato: -86% secondo Segugio.it, dato molto simile a quello della Lombardia, dove il calo è dell'87%. In Val d'Aosta il valore si è sostanzialmente azzerato: -100%, stessa percentuale per la Basilicata per quanto riguarda le moto. Molto vicino allo zero il mercato rilevato nel mese di marzo in Friuli (-95,5%, Lazio e Puglia (-90%).