Quello di luglio del 2020 è un mese che sta per arrivare e che è ricco di novità per l'assicurazione Rc auto e, in generale, per le polizze di Responsabilità Civile Automezzi (RCA). E questo dopo che il 17 giugno scorso è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale un Decreto del MiSE, il Ministero dello Sviluppo Economico.

Arriva dal 2 luglio 2020 il modello elettronico per l'Rc auto di base

Il Decreto, in particolare, interviene sulle condizioni di contratto Rc auto imponendo alle imprese di assicurazione di formulare l'offerta di base, per la responsabilità civile, utilizzando un modello elettronico standard che sarà lo stesso per tutte le compagnie, e che quindi permetterà al consumatore di confrontare tra di loro, con più facilità, le offerte per l'assicurazione auto.

Contratti Rc auto con condizioni aggiuntive, piena libertà per le imprese di assicurazione

Nello stesso tempo, riporta il sito quifinanza.it, le compagnie di assicurazione, rispetto al contratto Rc auto di base, generico e standard che protegge dai danni a terzi, avranno piena libertà di inserire nella polizza delle condizioni aggiuntive che, fino ad oggi, sono quelle che in genere fanno lievitare i premi da pagare.

Contratto Rc di base entra in vigore pure per le polizze responsabilità civile due ruote

Con il decreto 11 marzo del 2020 numero 54 del Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE), che è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale numero 152 del 17 giugno del 2020, parte così ufficialmente il contratto Rc auto base di assicurazione obbligatoria della responsabilità civile, derivante dalla circolazione dei veicoli a motore, che riguarderà pure le polizze di motocicli e di ciclomotori ad uso privato in accordo con quanto è stato riportato dal sito ipsoa.it.