Atteso un avvio in moderato rialzo a Wall Street

Gli operatori aspettano di conoscere gli altri due dati, il Superindice e il Philly Fed, mentre in serata saranno diffusi i conti di RiM.

Si prevede un avvio in progresso per la piazza azionaria americana che dopo la chiusura due velocità di ieri, quest’oggi sembra intenzionata a riprendere la via dei guadagni. Questo è quanto viene indicato dalla lettura dei futures che vedono il contratto sull’S&P500 in salita dello 0,29%, seguito da quello sul Nasdaq100 che procede in maniera più cauta con un rialzo dello 0,12%. I futures hanno migliorato leggermente il loro bilancio in seguito alla diffusione del primo dato macro della seduta, rappresentato dalle richieste di sussidi di disoccupazione che si sono attestate a 608mila unità rispetto alle 604mila attese dagli analisti. Si attende ora di conoscere il dato relativo al Superindice che dovrebbe mostrare un rialzo dello 0,9%, in lieve frenata rispetto al progresso dell’1% precedente. Sempre alle 16 ora italiana, mezz’ora dopo l’avvio degli scambi, sarà diffuso l’indice Philadelphia Fed che a giugno dovrebbe attestarsi a -18 punti dai -22,6 dell’ultima lettura. Da segnalare che nella seconda parte della seduta e precisamente alle 19.30 ora italiana, è atteso un discorso del Segretario al Tesoro, Timothy Geithner, che parlerà sul tema della ristrutturazione del sistema finanziario. In serata invece, dopo la chiusura dei listini, i riflettori saranno puntati su Research in Motion che presenterà i risultati degli ultimi tre mesi dai quali ci si attende un utile per azione di 0,94 dollari. Tra i titoli del Dow Jones da seguire AT&T dopo che Pali Capital ha avviato la copertura sul titolo con una raccomandazione “sell”. Sotto i riflettori anche Hewlett-Packard che ha siglato con Alcatel-Lucent un’alleanza decennale per migliorare la convergenza tra telecomunicazioni e servizi IT. Una volta implementato il programma potrà generare ricavi per miliardi di euro sia per HP che per Alcaltel, segnalando che quest’ultima ha annunciato il trasferimento di 1000 posti di lavoro alla prima.