Il commercio cinese nel 2018

Nel complesso, il surplus commerciale globale della Cina si è attestato nell'anno a $352 miliardi, con le esportazioni salite nell’intero 2018 del 9,9% rispetto al 2017, la sua performance più forte in sette anni, e importazioni balzate del 15,8%. La General Administration of Customs cinese ha però dichiarato che il risorgere del protezionismo resta la principale preoccupazione per il 2019, avvertendo che le attività di import-export potrebbero continuare a rallentare nel corso di quest'anno. 

I commenti degli analisti

Gli economisti di ANZ scrivono oggi di una possibile "recessione commerciale" in arrivo, simile alla contrazione delle esportazioni nel 2015-16, mentre per Nomura i dati di oggi mostrano i primi effetti dello scontro commerciale, con l'economia cinese che potrebbe peraltro anche sentire l'effetto di un rallentamento dell'economia globale. A giudizio del broker giapponese Pechino sarà quindi ora più interessata ora a trovare un accordo con gli Stati Uniti, dovendo peraltro nel frattempo adottare misure più aggressive per stabilizzare i ritmi di espansione del suo Prodotto Interno Lordo: secondo gli analisti di Credit Suisse, la crescita del Pil cinese rallenterà quest'anno al 6,2%.