In queste ultime sedute i protagonisti del risparmio gestito hanno diffuso i dati relativi alla raccolta di giugno, richiamando inevitabilmente l'attenzione delle banche d'affari.

FinecoBank: raccolta brillante a giugno

Il mese scorso si è chiuso molto bene per FinecoBank che ha registrato un dato pari a 674 milioni di euro, in crescita tendenziale del 48,8%.
Nel dettaglio la raccolta gestita si è attestata a giugno a 312 milioni di euro, mentre quella amministrata è stata pari a 430 milioni di euro, diversamente dalla raccolta diretta che ha evidenziato un saldo negativo di 68 milioni di euro.

Quest'ultima, secondo quanto si legge nella nota diffusa dalla società, ha risentito della tipica stagionalità delle imposte pagate dalla clientela, a conferma che FinecoBank è sempre più utilizzata dai suoi clienti come banca di riferimento.

La raccolta netta da inizio anno si attesta a 3,596 miliardi di euro, con un incremento del 24%, con un mix coerente con la maggiore volatilità registrata sui mercati rispetto allo scorso anno.
La raccolta gestita ha raggiunto quota 1,574 miliardi di euro, in flessione del 13% rispetto allo stesso periodo del 2017, la raccolta amministrata si e' attestata a 995 milioni, mentre quella diretta è stata pari a 1,027 miliardi di euro.

I commenti e i giudizi dei broker su FinecoBank

Per gli analisti di Equita SIM la raccolta di giugno è stata superiore alle attese, visto che la loro previsione era di un dato pari a 450 milioni di euro. La SIM milanese però non si sbilancia su FinecoBank, confermando la raccomandazione "hold", con un prezzo obiettivo a 9,6 euro.