A Piazza Affari la seduta odierna vede un'intonazione negativa per i protagonisti del risparmio gestito che viaggiano tutti in rosso.

Piazza Affari: risparmio gestito in difficoltà oggi

Soffrono in particolare FinecoBank e Azimut che lasciano sul parterre rispettivamente il 3,22% e il 2,2%, mentre tra i titoli a minore capitalizzazione Anima Holding e Banca Mediolanum calano dello 0,29% e dello 0,22%, diversamente da Banca Generali che arretra dello 0,98%.

Come accade nella prima parte di ogni mese, anche questa volta i titoli del risparmio gestito sono finiti sotto la lente del mercato e delle banche d'affari, sulla scia dei dati relativi alla raccolta netta.

Azimut: Bca Akros resta bullish dopo la raccolta di agosto

Non più tardi di ieri Azimut ha reso noto di aver chiuso agosto con un dato positivo per 189 milioni di euro, con un saldo da inizio anno di 3,4 miliardi di euro.

Il totale delle masse, comprensive del risparmio amministrato si attesta a fine agosto a 56,5 miliardi di euro, di cui 43,8 miliardi fanno riferimento al gestito.

L'AD del gruppo, Pietro Giuliani, ha commentato ieri che l'andamento della raccolta è rimasto consistente anche ad agosto, segnalando il dato positivo dall'Italia che dopo i 350 milioni raccolti a luglio, ad agosto ha raggiunto circa i 250 milioni di euro.

La raccolta di agosto è stata apprezzata da Banca Akros che oggi l'ha definita solida, malgrado la stagionalità e la volatilità del mercato.

Gli analisti hanno deciso così di confermare la loro strategia bullish su Azimut, con una raccomandazione "accumulate" e un prezzo obiettivo a 18,5 euro.