A Piazza Affari la seduta odierna prosegue in rialzo per i due big del risparmio gestito quali Azimut e FinecoBank che guadagnano entrambi terreno per la quarta seduta di fila.

Azimut e FinecoBank in rilazo per la quarta seduta di fila

Azimut, dopo aver chiuso la sessione di ieri con un rally di circa il 3,5%, procede in maniera più cauta oggi, accontentandosi di un rialzo dello 0,56% a 19,61 euro, con volumi di scambio vivaci, visto che fino ad ora sono transitate sul mercato oltre 1,8 milioni di azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 1,28 milioni di pezzi.

Procede in modo più spedito FinecoBank che, dopo aver guadagnato ieri poco più dell'1%, oggi si apprezza dell'1,02% a 10,91 euro, con oltre 3,4 milioni di azioni trattate fino ad ora, rispetto alla media mensile di 3,37 milioni.

I due titoli restano sotto i riflettori all'indomani della presentazione dei rispettivi risultati societari.

Azimut: i risultati del terzo trimestre e dei primi 9 mesi del 2019

Azimut ha chiuso il terzo trimestre con un utile netto in rialzo del 92% a 75,52 milioni di euro, mentre i ricavi sono aumentati del 26% a 238 milioni.

I costi operativi sono stati negativi per 150,5 milioni di euro, in recupero dell'11%, mentre l'utile operativo è balzato del 61% a 88 milioni di euro.

Bene anche le commissioni di gestione, salite del 21% a 192,6 milioni di euro, ma ancora meglio quelle di performance, con un incremento del 71% a 25,2 milioni.

Con riferimento ai primi nove mesi dell'anno, Azimut ha riportato un utile netto in crescita del 120% a 246,5 milioni di euro, mentre i ricavi sono aumentati del 28,1% a 724,31 milioni di euro, in conseguenza di maggiori commissioni ricorrenti e variabili.