Forte calo in after-hours, a Wall Street, per le azioni della Netflix, Inc. (NFLX). Rispetto ad una chiusura ufficiale a $ 527,39 sul tabellone elettronico del Nasdaq, infatti, i titoli della società di servizi di streaming online cedono al momento il 10,34% a $ 472,87.

Trimestrale Q2 2020 a due velocità per Netflix

E questo dopo che la società, dopo la chiusura ufficiale delle contrattazioni, ha alzato il velo sui dati di bilancio relativi al secondo trimestre dell'anno fiscale 2020. Nel dettaglio Netflix, riporta il sito della CNBC, ha chiuso il Q2 2020 con un utile per azione a $ 1,59, ovverosia al di sotto delle previsioni di consenso posizionate a $ 1,81 per azione. Bene invece il fatturato che, a $ 6,15 miliardi, si è attestato al di sopra delle previsioni di consenso posizionate a $ 6,08 miliardi.

Debole la guidance sui ricavi Q3 2020

Nel trimestre i nuovi abbonati paganti acquisiti sono stati 10,09 milioni rispetto ad un consenso posizionato a 8,26 milioni. Mentre per il corrente trimestre, il Q3 2020, la società Netflix prevede di riportare ricavi per $ 6,33 miliardi (consenso a $ 6,40 miliardi), ed un utile per azione a $ 2,09 (consenso a $ 2,01 per azione).

Netflix, riporta altresì la CNBC, ha fornito indicazioni deboli sulla crescita degli abbonati, per il terzo trimestre, affermando che la crescita sta rallentando mentre i consumatori stanno superando lo shock iniziale da Covid-19 e le restrizioni sociali.

Ted Sarandos co-CEO insieme all'attuale amministratore delegato Reed Hastings

La società ha inoltre annunciato che Ted Sarandos, Chief Content Officer di Netflix, diventerà co-CEO insieme all'attuale CEO Reed Hastings. Ted Sarandos manterrà pure il suo ruolo attuale e farà anche parte del Consiglio di amministrazione. Il Chief Product Officer Greg Peters sarà anche COO.