La borsa di Wall Street è salita ieri sera sull'onda del ritrovato ottimismo per la due giorni di negoziati commerciali al vertice che sono in corso tra Cina e Stati Uniti. L'incontro clou di questa tornata di colloqui si svolgerà oggi, quando Donald Trump incontrerà il vice-premier cinese Liu Hie, capo della delegazione cinese.

Lo stesso presidente USA ha fatto sapere poche ore fa che le trattative stanno andando "molto bene", e questo dopo che ricostruzioni di ieri lasciavano intendere che potrebbe essere a portata di mano una specie di "mini-accordo" tra i due Paesi in grado di risolvere lo scontro: un pacchetto di misure che conterrebbe tra l'altro un accordo preliminare sui rapporti di cambio tra le valute dei due Paesi, acquisti di stock di commodities statunitensi da parte della Cina, ed inoltre una possibile sospensione delle nuove tariffe USA sui beni cinesi in partenza dal 15 ottobre.

A fronte di tale prospettiva di un rasserenamento del clima sul dossier dazi, gli analisti di Cowen hanno intanto acceso i riflettori in una nuova nota su due società attive in uno dei settori più sensibili alle perturbazioni provocate dalla disputa commerciale: l'industria dei semiconduttori, che ha peraltro oggi beneficiato anche delle indiscrezioni secondo cui, nel quadro dell'intesa a cui si sta lavorando, l'amministrazione Trump potrebbe optare per una revisione della bando contro Huawei, il colosso delle telecomunicazioni cinese su cui la Casa Bianca aveva, lo scorso maggio, stabilito delle pesanti restrizioni per questioni di "sicurezza nazionale". 

Il broker è tornato ad adottare una strategia bullish in particolare sulle azioni della Skyworks Solutions e della Qorvo, su cui alza il rating da Market Perform a Outperform con prezzo obiettivo migliorato rispettivamente da 80 a 95 dollari e da 75 a 90 dollari.