A Piazza Affari la seduta odierna viene vissuta all'insegna del riscatto dai bancari che imboccano tutti la via dei guadagni.

Bancari in rialzo a Piazza Affari: Cala lo spread, incerti i BTP

A guidare i rialzi è Banco BPM con un rally di quasi il 3%, seguito da Ubi Banca che si apprezza dell'1,98%, mentre Intesa Sanpaolo e Unicredit crescono dell'1,74% e dell'1,58%, tallonati da Bper Banca che guadagna l'1,45%, lasciando più indietro Mediobanca che si accontenta di un rialzo più contenuto dello 0,75%.

I bancari quest'oggi non sembrano risentire delle indicazioni contrastanti che arrivano dal fronte obbligazionario.
Dopo i rialzi messi a segno nelle sessioni precedenti, lo spread BTP-Bund prova a frenare la sua ascesa, con un frazionale calo dello 0,12% a 173,4 punti base.

In calo i BTP che subiscono ulteriori vendite, con il rendimento del decennale che sale dello 0,65% all'1,403.

Bancari: Moody's migliora l'outlook sul settore

A dare sostegno al settore è intanto la mossa di Moody's che ha deciso di rivedere l'outlook sulle banche italiane da "negativo" a "stabile".

L'agenzia di rating si aspetta per il 2020 una ulteriore riduzione dei crediti deteriorati in pancia agli istituti di credito del Belpaese, prevedendo che gli stessi continuino a scendere per il quinto anno consecutivo.

Fabio Iannò, vicepresident senior credit officer di Moody's, evidenzia però nel report che il rapporto tra crediti e poste problematiche si attesta ancora intorno all'8%, un livello più che doppio rispetto alla media UE, pari al 3%, secondo i dati forniti dall'Autorità bancaria europea.