A Piazza Affari, parallelamente al progressivo rialzo del Ftse Mib, al top di giornata con un progresso di oltre il 2%, si rafforza strada facendo l'intonazione dei bancari.

Bancari in allungo con Spread in calo: frenano gli acquisti sui BTP

Ad indossare la maglia rosa è Unicredit che sale del 2,64%, tallonato da Mediobanca che guadagna il 2,52%, mentre Ubi Banca e Intesa Sanpaolo crescono del 2,3% e del 2,17%, lasciando più indietro Bper Banca e Banco BPM che si apprezzano rispettivamente dell'1,44% e dell'1,2%.

A favorire lo shopping sui bancari è anche la buona intonazione dello spread BTP-Bund che conferma l'andamento ribassista della mattinata, con un calo ora del 2,45% a 139,4 punti base.

A passo di gambero invece i BTP che hanno visto rientrare buona parte degli acquisti registrati nel corso della mattinata, tanto che ora il rendimento del decennale si attesta all'1,038% con un calo dello 0,48%, dopo aver violato nell'intraday anche la soglia psicologica dell'1%.

Bancari: i dati relativi allo Srep 2019

I bancari oggi sono finiti sotto la lente del mercato dopo che la BCE ha pubblicato i risultati aggregati del processo di revisione e valutazione prudenziale SREP, condotto nel 2019.

Il requisito medio complessivo CET1 è pari al 10,6%, mentre il requisito di secondo pilastro, Pillar 2 requirement, è stato pari in media al 2,1%, entrambi invariati rispetto al 2018.

In una nota diffusa questa mattina, gli esperti di Equita SIM segnalano alcune criticità emerse dall’analisi svolta dalla vigilanza per gli istituti europei.