La view di Equita SIM

Gli analisti di Equita SIM fanno sapere che in base ai loro calcoli, questa formulazione più soft del calendar provisioning comporterebbe un aumento non significativo, inferiore ai 5 punti base, delle rettifiche su crediti nel 2018-2019. Nella proposta BCE.

Prevista inoltre l'introduzione di iniziative che favoriscano la protezione dei creditori garantiti e aumentino l’efficacia delle procedure fallimentari. Anche la Commissione tuttavia richiama la necessità di accelerare lo smaltimento dello stock di esposizioni non performanti.

Secondo la SIM milanese il documento della Commissione Europea, se introdotto in questi termini, riduce le minacce sul settore rispetto a quanto emerso la settimana scorsa con l’addendum BCE sulle esposizioni non performanti.
Nei casi di banche più esposte su questo versante, a detta degli analisti resta comunque evidente il rischio che una richiesta di accelerazione nel derisking/aumento di coverage si traduca in impatti significativi sul capitale. Sullo sfondo rimane infatti l’incertezza legata alle misure annunciate dalla BCE, previste per il primo trimestre del 2018, sulle coperture degli stock.