Buone notizie anche da Wells Fargo che nei primi tre mesi dell'anno ha registrato un utile per azione di 1,2 dollari, al di sopra degli 1,09 dollari previsti, mentre i ricavi sono scesi da 21,93 a 21,61 miliardi, battendo comunque le attese degli analisti che puntavano ad un ribasso più marcato a 21,01 miliardi di dollari.

Le indicazioni arrivate da JP Morgan e Wells Fargo inducono gli investitori a scommettere su una solida stagione di trimestrali per il settore bancario che resta di fatto sotto i riflettori.

Per oggi infatti sono previsti i numeri di altri due bg del comparto Usa e si tratta di Citigroup e di Goldman Sachs che per non deludere le attese dovranno centrare l'obiettivo di un utile per azione pari rispettivamente a 1,8 e a 4,89 dollari.

Eventuali sorprese positive su questo fronte avranno con buona probabilità l'effetto di rafforzare gli acquisti sui bancari a Piazza Affari, mentre indicazioni negative o poco incoraggianti potrebbero anche frenare momentaneamente la corsa al rialzo degli stessi.

Sarà importante quindi seguire le ulteriori indicazioni che arriveranno dal fronte bancario Usa, dopo l'avvio stellare della stagione delle trimestrali, come definito dagli analisti di London Capital Group, con riferimento agli utili record di JP Morgan e ai dati migliori delle attese di Wells Fargo.

Vorresti capire come tradare al meglio i titoli del settore bancario?

Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com