Negli ultimi anni la storia delle banche italiane è stata segnata da numerose crisi che hanno fanno tremare i polsi a tanti clienti, molti dei quali peraltro in alcuni casi hanno visto andare in fumo i loro risparmi.

Banche italiane: diverse le crisi degli ultimi anni

Solo per citare gli ultimi in ordine cronologico, andando a ritroso, è molto recente la cronaca relativa alla Banca Popolare di Bari, prima della quale ha dominato la scena quella di Banca Carige che si appresta a ripartire a distanza di oltre un anno dal commissariamento deciso dala BCE.

Andando più indietro nel tempo, tutti ricorderanno il calo delle due banche venete salvate da Intesa Sanpaolo, e non possiamo non menzionare Banca Monte Paschi, di cui si sta parlando proprio in questi ultimi tempi in attesa di capire quale sarà l'exit strategy del Tesoro, attualmente primo azionista dell'istituto senese.

Banche più solide dopo le ultime crisi

Proprio le diverse crisi vissute dal settore hanno portato le autorità ad imporre delle regole sempre più rigide da rispettare da parte delle banche.

In questi ultimi anni notevoli sono stati gli sforzi compiuti dalle stesse sul fronte della pulizia dei bilanci e di un rafforzamento patrimoniale che permettessero di avere spalle sempre più forti per affrontare anche scenari avversi.

Una delle domande che si pone un risparmiatore, al pari di un investitore, è quali siano le banche più sicure e solide alle quali rivolgersi con una certa fiducia.

Banche italiane: requisiti superiori a quelli richiesti dalla BCE

L'Economia del Corriere della Sera la scorsa settimana ha diffuso un'analisi da cui è emerso che i maggiori istituti di credito del Belpaese vantano dei livelli ben superiori ai requisiti teorici richiesti dalla BCE.