A Piazza Affari la seduta odierna prosegue in calo per i protagonisti del settore bancario, con l'unica eccezione positiva di Ubi Banca che al momento sale dello 0,43%.

Bancari in rosso con spread in rialzo. Si salva solo Ubi Banca

Non riesce a fare altrettanto Banco BPM che cede lo 0,19%, mentre Mediobanca arretra dello 0,94%, lasciando più indietro Intesa Sanpaolo e Bper Banca, con un rosso dell'1,07% e dell'1,29%, ma ad avere la peggio è Unicredit che flette dell'1,46%. 

I titoli del settore bancario risentono oltre che dell'andamento negativo di Piazza Affari, anche del rialzo dello spread BTP-Bund che sale dell'1,78% a 154,4 punti base.

Banche: per Equita possono aumentare i dividendi grazie allo spread

Ad accendere i riflettori sul comparto bancario sono stati oggi gli analisti di Equita SIM che hanno diffuso un report nel quale si sono focalizzati in particolare sui gruppi che a fine anno presenteranno i business plan e si tratta di Unicredit, Banco BPM, Bper Banca e Mediobanca.

Secondo la SIM milanese queste quattro banche cattureranno l'interesse degli investitori, soprattutto con un ripensamento delle politiche di dividendo.

Gli analisti si aspettano che gli istituti di credito forniscano indicazioni sui target di eps per il breve periodo, con riferimento quindi al 2020, visto che l'approccio degli anni passati di presentare obiettivi a 3-5 anni ha portato 7 banche su 8 a sottoperformare il mercato dopo il business plan.

Inoltre, gli esperti si attendono un maggior collegamento della percentuale variabile della remunerazione all'andamento dei titoli azionari. 

Equita SIM ritiene che le banche rispetto al passato dovranno rivedere la propria politica di dividendo per tener conto della riduzione del rischio effettuata negli ultimi anni e del recente calo di 100 punti base nello spread sovrano, il cui impatto sul Common Equity Tier 1 è superiore a 20 punti base.