La nuova settimana è partita all'insegna di un cauto ottimismo per le Borse europee che, sulla scia della chiusura positiva di venerdì scorso, hanno provato a spingersi in avanti anche oggi, salvo poi tornare sui loro passi.

Borse UE caute dopo avvio positivo: focus su Spagna e Cina-Usa

I listini del Vecchio Continente dopo la prima ora di contrattazioni hanno incrementato i guadagni per poi muoverai a passo di gambero, tanto che il Ftse100 e il Dax30 ora cedono lo 0,02% e lo 0,1%, mentre il cac40 resiste appena sopra la parità.

Gli investitori attendono da una parte sviluppi sul fronte dei rapporti commerciali tra Stati Uniti e Cina e dall'altra sono in qualche modo rasserenati dall'esito del voto di ieri in Spagna.

Le urne hanno decretato l'affermazione del centrosinistra, frenando l'ondata del centrodestra e dei populisti, e questo contribuisce anche ad allentare le tensioni relative ad una possibile avanzata dei partiti anti-establishment in Europa, in vista delle elezioni di fine maggio.

Piazza Affari in pole position con le banche: giù lo spread

Riesce a fare meglio degli altri Piazza Affari dove il Ftse Mib, dopo la chiusura poco mossa di venerdì, guadagna terreno e si presenta ora poco sotto i 21.800 punti, con un rialzo dello 0,19%.

Lo shopping è favorito anche dal netto calo dello spread BTP-Bund che arretra di oltre il 3% a 256,6 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni scende del 2,77%, attestandosi al 2,56%.