Ancora una seduta in progresso a Piazza Affari che, in linea con quanto già accaduto ieri, mette a segno la migliore performance in Europa, superando, anche se di poco, la Borsa tedesca.

Ftse Mib su nuovi top dell'anno. Bancari meno pimpanti

Il Ftse Mib viaggia su nuovi massimi dell'anno in area 22.900, con un rialzo dello 0,94%, ma il merito di questo progresso oggi non è da ascrivere ai titoli del settore bancario, visto che questi ultimi mostrano una minore forza relativa dell'indice di riferimento.

Complice anche l'allargamento dello spread BTP-Bund che mostra un incremento dell'1,05% a 144,4 punti base, i bancari oggi viaggiano un po' con il freno a mano tirato.

A rimanere più indietro sono Ubi Banca e Banco BPM, con un rialzo dello 0,15% e dello 0,25%, preceduti da Bper Banca e Mediobanca che si apprezzano dello 0,27% e dello 0,61%, mentre Intesa Sanpaolo e Unicredit guadagnano lo 0,67% e lo 0,92%.

Bancari: al via la prossima settimana i conti del 3° trimestre

I titoli del settore bancario restano sotto i riflettori in vista degli importanti appuntamenti in agenda la prossima settimana, quando partirà la stagione delle trimestre del comparto.

Ad aprire le danze sarà Intesa Sanpaolo che martedì alzerà il velo sui conti del terzo trimestre, mentre il giorno dopo toccherà a Banco BPM, Banca Monte Paschi e Creval.

A pubblicare i risultati giovedì saranno Unicredit, Bper Banca e Credem, mentre venerdì si chiuderà con quelli di Ubi Banca e Banca Popolare di Sondrio.

Banche: Mediobanca si aspetta utili in calo. Ecco i motivi