A dispetto dell'andamento negativo di Piazza Affari, prosegue in buon rialzo la seduta di Banco BPM che conquista il primo posto tra le blue chips. Il titolo, che ha più che dimezzato il suo vantaggio rispetto ai massimi intraday segnati a 1,9972 euro, con un rally di oltre l'11%, si conferma in deciso rialzo e guadagna terreno per la terza sessione consecutiva.

Dopo aver concluso la giornata di ieri con un progresso di circa il 2,5%, Banco BPM negli ultimi minuti si presenta a 1,8526 euro, con un vantaggio del 3,4%. Esplosivi i volumi di scambio, visto che fino ad ora sono transitate sul mercato oltre 62 milioni di azioni, più del doppio della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 25,5 milioni di pezzi.

I principali dati del terzo trimestre

Banco BPM catalizza gli acquisti dopo la diffusione dei conti del terzo trimestre che hanno evidenziato un utile netto pari a 172 milioni di euro, in netto recupero rispetto alla perdita di 42 milioni dello stesso periodo dello scorso anno.
Il margine di intermediazione è salito del 6,3% s 558 milioni di euro, mentre le commissioni nette hanno riportato un calo dell'1,6% a 451 milioni di euro.

Da segnalare l'ottima performance dei profitti da trading che sono più che triplicati a 47 milioni di euro, mentre gli altri ricavi sono balzati da 68 a 247 milioni di euro, includendo la plusvalenza relativa alla vendita della banca depositaria pari a 200 milioni di euro.

Il margine di intermediazione è aumentato del 22,4% a 1,303 miliardi di euro, mentre i costi sono scesi del 9,6% a 677 milioni di euro.
Le rettifiche sui crediti hanno riportato una contrazione del 21,5% a 267 milioni di euro, grazie al rilevante miglioramento dei crediti deteriorati calati a 18,5 miliardi di euro.