Una seduta speculare a quella della vigilia per Banca Monte Paschi che è finito nuovamente nella rete dei ribassisti, dopo il rally a due cifre di ieri. In avvio di settimana il mercato ha premiato il titolo con numerosi acquisti, tanto che la seduta si è conclusa con un rialzo di quasi l'11,5%, complice la speculazione in attesa di novità dal Cda di ieri.
Le indicazioni emerse al termine della riunione fiume di ieri non sembrano convincere in alcun modo gli investitori, visto che Banca Monte Paschi negli ultimi minuti viene fotografato a 0,2586 euro, con un affondo del 7,61%. Molto elevati i volumi di scambio considerato che fino ad ora sono transitate sul mercato oltre 116 milioni di azioni, già al di sopra della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 96 milioni di pezzi.

Definiti i termini della conversione volontaria dei bond

Banca Monte Paschi ha annunciato di aver definito i termini della conversione volontaria dei bond subordinati in equity. E' previsto il lancio di un'offerta pubblica di acquisto su 11 bond Tier 1 e Tier 2 subordinati per 4,288 miliardi di euro.
Per i Tier 2 il prezzo di offerta è 100% del nominale, mentre per i Tier 1 è 85%, oltre al rateo di interesse maturato, tenendo presente che a seconda dell'emissione il prezzo di offerta implica un premio del 25%-35% sull'ultimo prezzo.

I titoli consegnati riceveranno un corrispettivo che sarà obbligatoriamente reinvestito nell'aumento di capitale al prezzo definito per l`aumento stesso. L'offerta sui bond inizierà entro fine novembre, ma il calcolo delle azioni spettanti e la consegna delle stesse avverrà solo dopo la conclusione dell`aumento di capitale e contestualmente alla consegna dei titoli emessi per la ricapitalizzazione.
La garanzia sull`aumento di capitale è soggetta a varie condizioni tra cui deconsolidamento dei non performing loans, andamento soddisfacente del marketing presso gli investitori, esito soddisfacente della conversione.