Nel suo consueto commento settimanale sulle prospettive dei mercati, Richard TurnillGlobal Chief Investment Strategist di BlackRock, segnala che la debolezza degli indici azionari nel mese di ottobre è stata alimentata in buona parte dall'incertezza sulla sostenibilità futura della crescita dei profitti aziendali, il che rafforza la necessità puntellare i portafogli aumentandone la resilienza con azioni di qualità.

Ottobre risk-off nonostante forti profitti 

Nel report, non a caso intitolato questa settimana 'Una stagione degli utili non premiata' ('An unrewarded earnings season') l'analista dell'asset manager globale evidenzia, come uno degli aspetti più rilevanti della recente correzione, il fatto che essa sia avvenuta nonostante trimestrali aziendali complessivamente positive, e in molti casi superiori ai pronostici degli analisti.

Se pure infatti il ritmo della crescita degli utili per azione, ricorda Turnill, ha finora leggermente rallentato - come peraltro atteso - rispetto al secondo trimestre, il 2018 si avvia a concludersi come un anno di profitti robusti, specialmente negli Stati Uniti; inoltre, le stime di consenso puntano per il terzo trimestre a una crescita dei ricavi del 7%, ben al di sopra delle medie storiche anche se in rallentamento dal "robusto 10% dello S&P 500 nel secondo trimestre".